Il servizio a domicilio del Comune ha consegnato 680 spese in due mesi e mezzo

Si avvia a conclusione il servizio di spesa a domicilio per far fronte all’emergenza Coronavirus. Sarà operativo fino a sabato 30 maggio

Sarà operativo fino a sabato 30 maggio, il servizio di ordinazione e consegna a domicilio dei beni di prima necessità “Pronto Spesa Comune”, avviato dal Comune di Piacenza, in collaborazione con le associazioni di categoria, al fine di contrastare e contenere il diffondersi del contagio da virus Covid-19. Coordinato dagli uffici dei Servizi sociali e rivolto alle persone anziane, sole, disabili, affette da patologie e con problemi di salute prive del supporto di parenti o conoscenti, Pronto Spesa Comune ha visto la decisiva collaborazione della Protezione civile e delle associazioni di volontariato Croce Rossa Italiana – Sezione di Piacenza, Agesci ed Emergency, a sua volta affiancata dal Gruppo attivo di solidarietà dal basso (Gasb). Avviato venerdì 13 marzo, il servizio ha potuto contare sul coinvolgimento, grazie a Unione Commercianti e Confesercenti, di ben 76 commercianti (per un totale di circa 680 spese realizzate), di cui 53 esercizi alimentari, 16 cartolerie e 7 attività agricole, quest’ultime attivate dalle associazioni di categoria Coldiretti, CIA e Confagricoltura. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Impegnati in prima persona nella fase di organizzazione e di promozione di Pronto Spesa Comune, il vicesindaco Elena Baio e gli assessori Federica Sgorbati, Jonathatan Papamarenghi e Stefano Cavalli commentano così il valore e l’esito positivo dell’esperienza: «Da oltre due mesi, nel periodo di massima emergenza sanitaria, Pronto Spesa Comune ha garantito,soprattutto alle fasce più deboli della popolazione, la consegna a domicilio (senza costi aggiuntivi) di prodotti alimentari, cancelleria, materiale scolastico e beni di prima necessità. Nato in tempi rapidi per garantire un supporto all’utenza debole, questo servizio ha potuto contare sulla disponibilità e la professionalità di tanti esercenti e commercianti, che hanno colto l’opportunità di mostrare una Piacenza solidale e generosa, nonché sul prezioso contributo degli operatori della Protezione civile e delle associazioni di volontariato CRI Piacenza, Agesci, Emergency e Gasb, ai quali rivolgiamo un sentito “grazie” per la dedizione e l’impegno manifestati in questo difficile periodo. Allo stesso modo – proseguono gli amministratori comunali - esprimiamo un doveroso ringraziamento a tutti gli uffici comunali che hanno sostenuto, con passione ed entusiasmo, uno sforzo impressionante per affrontare al meglio questi giorni tormentati e complessi. Senza l’apporto insostituibile e l’impegno costante di tutte queste componenti e del lavoro di squadra condiviso con l’Amministrazione comunale – concludono gli assessori - non avremmo potuto concretizzare questo fondamentale contributo alle persone in condizioni di fragilità o affette da problemi di salute e, più in generale, alla nostra comunità».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di strada e si ribalta in un campo, muore a 32 anni

  • Ruba scarpe da 40 euro ma nella mascherina ne ha più di 6mila: nomade denunciata

  • Tenta un sorpasso a velocità folle poi si ribalta e tenta di scappare a piedi: denunciato

  • Nina Zilli porta Guido Meda in giro per la Valtrebbia

  • Cavo nel bosco ad altezza gola, ciclista piacentino salvo per miracolo

  • Diventano parenti al matrimonio e poi si picchiano al bar: due feriti e una denuncia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento