Pubblica Assistenza e Soccorso "Val Trebbia": il bilancio annuale e la cena sociale

È stata una serata di bilanci e di entusiasmo per la Pubblica Assistenza di Travo perché ha coinciso con la fine di un anno molto intenso e della conclusione del corso per nuovi volontari iniziato a fine settembre

I volontari di Travo

Nella serata di giovedì 12 dicembre si è tenuta la tradizionale cena di fine anno dei volontari della Pubblica Assistenza “Valtrebbia” nei locali della Sala Polivalente messi a disposizione dal Comune di Travo. È stata una serata di bilanci e di entusiasmo per la Pubblica Assistenza di Travo perché ha coinciso con la fine di un anno molto intenso e della conclusione del corso per nuovi volontari iniziato a fine settembre.

Come ha ricordato Franco Dodi, responsabile amministrativo dell’Associazione, nel 2019 sono stati percorsi circa 100mila Km dalle tre ambulanze e dalle due auto per trasporto disabili della Pubblica e sono aumentati di circa il 30% rispetto al 2018 i soli interventi di emergenza 118.

Negli ultimi mesi, inoltre, tante sono state le persone della media val Trebbia che si sono avvicinate all’Associazione travese qualcuno per curiosità, altri per gratitudine, altri ancora semplicemente per dare una mano. Di queste ben 12 hanno portato a termine il corso per volontari soccorritori, un numero davvero importante per la Pubblica di Travo, tanto che si sono dovuti mobilitare anche formatori di altre Pubbliche per poter portare a termine il percorso. È il caso ad esempio del Corso di Guida Sicura: solo grazie alla disponibilità dei formatori regionali Giuseppe Provini e Paolo Della Lunga è stato infatti possibile assicurare ai nuovi volontari l’abilitazione a guidare i mezzi dell’Associazione e le ambulanze impegnate nei servizi di emergenza 118.

Non stupisce pertanto la grande festa di giovedì sera, a cui hanno partecipato un centinaio di persone: il cuore di una Pubblica Assistenza in crescita, grata per il riconoscimento della popolazione e per il supporto della grande famiglia di ANPAS. Il Presidente Fiorenzo Bonetti nell’introdurre la serata ha sottolineato in particolare alcuni grandi traguardi raggiunti nel 2019: l’inaugurazione a maggio di una nuova ambulanza per l’emergenza 118, la costante presenza sul territorio con assistenza a feste, manifestazioni, mercati settimanali, il servizio quotidiano alle persone con fragilità per trasporti sanitari, tra cui i dializzati, e l’inizio della collaborazione con le infermiere dell’Associazione “Le Piccole Cose” per la gestione del punto prelievi nei locali della Pubblica aperto alla cittadinanza. Anche l’assessore Roberta Valla, intervenuta in rappresentanza del Sindaco di Travo, ha sottolineato la sempre maggiore importanza che l’Associazione svolge all’interno della comunità per il suo porsi sempre al servizio delle esigenze delle persone più fragili in forte sinergia con le istituzioni e il tessuto sociale e associativo locale.
In allegato una foto di un servizio sui mercati quest'estate, un momento della cena di giovedì e una foto dei volontari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento