Mercoledì, 23 Giugno 2021
Attualità

Raccolta differenziata, Striscia la Notizia a Piacenza testa il grado di preparazione dei cittadini

L'inviata Chiara Squaglia ha fatto tappa nella nostra città per vedere se i piacentini sono davvero così informati. Come sarà andata?

L'inviata alle prese con un cittadino

Striscia la Notizia torna a Piacenza. Nei giorni scorsi l'inviata della trasmissione di Mediaset Chiara Squaglia ha fatto tappa nella nostra città per occuparsi di raccolta differenziata. Sì perchè, a quanto pare, le regole e i colori dei bidoni per il servizio sono diversi rispetto a quelli, per esempio, della vicina Lombardia. 

"Rifiutologo" di Iren alla mano, l'opuscolo di riferimento per la raccolta, è emerso come la nostra divisione porti la carta nel bidone giallo, l'organico in quelli marroni, l'indifferenziato nei sacchi grigi o nei contenitori verdi stradali, il vetro nei bidoni verdi, plastica e barattolame in quelli blu; per non parlare del lungo e dettagliatissimo elenco in cui, per ogni oggetto da buttare, è indicata la corretta destinazione.

«Sarà grazie a questa precisione il motivo per cui Piacenza è tra le città italiane più virtuose nella raccolta differenziata?», si chiede la Squaglia citando la percentuale che supera il 70% della raccolta totale dei rifiuti (alta a livello nazionale, ma in Emilia-Romagna le altre città fanno meglio). Oggetti alla mano, l'inviata ha così deciso di testare il livello di preparazione dei piacentini, chiedendo loro dove fosse opportuno buttare un alberello di plastica, del cotone, una gruccia, un cellulare e un blister vuoto di medicinali. Tra gli intervistati, pochi quelli che hanno saputo rispondere correttamente ai quesiti della Squaglia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raccolta differenziata, Striscia la Notizia a Piacenza testa il grado di preparazione dei cittadini

IlPiacenza è in caricamento