Attualità

«Rispetteremo le misure anti-Covid ma manifestiamo contro il progetto del ponte»

Maria Lucia Girometta, vicesindaco di Ottone: «Scelta scellerata su Lenzino, saremo in tanti a protestare per avere un ponte moderno e sicuro»

nella foto (di repertorio) il vicesindaco Girometta con il sindaco Beccia

«Ancora a parlare del Ponte Lenzino. Si, perché dopo polemiche, nascita di comitati, raccolta di firme, interventi di amministratori e personalità di spicco, sembra che Anas e la Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio non cambino idea. Infatti anche nel corso dell’ultimo incontro è stata presentata la soluzione scelta per il progetto del ponte definitivo. Il nuovo ponte avrà una lunghezza di 80 metri è sarà costruito mantenendo il tracciato esistente. Lo sconcerto è di tutti per la questa scellerata decisione. Ma allora a cosa è servito chiedere agli amministratori del luogo il loro parere per poi disattendere le loro richieste? È necessario un ponte definitivo, moderno, sicuro che elimini le due pericolose curve e renda più agevole il percorso. Sabato l’Unione Montana ha chiesto alla Prefettura la possibilità di manifestare contro la scelta scellerata di chi, a fatti, non ama la Val Trebbia, e prende decisioni lontane dalle necessità di chi vive e ama la nostra montagna. Se la manifestazione verrà autorizzata, nel rispetto delle norme anti-Covid, ci saremo in tanti perché abbiamo nel cuore la nostra valle e il suo sviluppo».

Maria Lucia Girometta, vicesindaco di Ottone

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Rispetteremo le misure anti-Covid ma manifestiamo contro il progetto del ponte»

IlPiacenza è in caricamento