rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Attualità

Emergenza e ristori, 1milione e 63mila euro per 47 imprese dello spettacolo piacentine

I dati del report dell’Osservatorio della Regione sui contributi straordinari 2020-2021, che fa il conto dei finanziamenti attribuiti alle imprese di cinema, audiovisivo e spettacolo dal vivo dell’Emilia-Romagna

Fondi straordinari emergenza Covid-19, 1milione e 63mila euro per 47 imprese dello spettacolo del Piacentino. È il dato che emerge dal report dell’Osservatorio dello Spettacolo della Regione, che fa il conto dei finanziamenti attribuiti alle imprese di cinema, audiovisivo e spettacolo dal vivo dell’Emilia-Romagna. Sono quasi 25 milioni di euro (24.779.606 euro) – sottolinea la nota stampa della Regione - i finanziamenti straordinari assegnati, da parte del Ministero della Cultura a favore di 600 soggetti culturali con sede legale in Emilia-Romagna. Le richieste di finanziamento al Ministero che sono state accolte raggiungono quota 775 (606 per lo spettacolo dal vivo e 169 per il cinema e l’audiovisivo), considerando che diverse realtà hanno ottenuto contributi in merito a più linee di intervento. 

Piacenza - Guardando ai numeri contenuti nel report, nel nostro territorio risultano essere 47 i soggetti piacentini beneficiari - il 9,8% di quelli emiliano-romagnoli - destinatari di un contributo complessivo di 1.063.475 euro, pari all’8,7% dei fondi destinati alle province della nostra regione. Nel settore musica sono 27 le istanze accolte da Piacenza (540mila euro), 5 in quello del teatro (100mila euro), per un totale di 32 domande e 640mila euro complessivi, una fetta regionale equivalente all’11,5%. Sul fronte degli interventi a sostegno dell’industria musicale, discografica e fonografica sono 3 le richieste accolte da Piacenza, per un contributo totale di 23.199 euro (il 4,1% della ripartizione territoriale in regione), mentre nel settore della musica dal vivo salgono a 8 - in tutto 50mila 891 euro - il 3,8% nella quota regionale. Cinque le istanze accolte dal Piacentino di enti di produzione e distribuzione di spettacoli di musica, che hanno ricevuti un contributo complessivo di 55mila 739 euro, (il 4,7% della ripartizione territoriale regionale). Sostegno anche a 8 scuole di danza private del Piacentino - per un ammontare di 256mila 408 euro - la quota più consistente (30,8%) in regione, a pari merito con Modena. A sostegno di sette sale cinematografiche ubicate nella nostra provincia sono stati destinati in tutto 583mila 303 euro (5,1%), oltre 8mila 368 euro ad una sala cinematografica all’aperto.

«Le misure di sostegno del Ministero della Cultura (che comprendono nel 2020 anche i finanziamenti ordinari al cinema e oltre 30 milioni di euro assegnati con il Fondo Unico per lo Spettacolo in Emilia-Romagna) - aggiunge la Regione - si aggiungono ai ristori regionali messi a disposizione con il bando chiuso lo scorso giugno per il cinema (pari ad 1 milione di euro) e le imprese culturali (1.350.000 euro) e ai contributi assegnati nel 2020 dalla Regione Emilia-Romagna: circa 24 milioni di euro al settore dello spettacolo dal vivo (di cui 11.831.000 e 1.587.134 euro rispettivamente ai sensi delle leggi regionali 13/99 in tema di spettacolo dal vivo e 2/2018 “Norme in materia di sviluppo del settore musicale”), e circa 5,4 milioni di euro al settore cinematografico e audiovisivo (di questi, 5.358.816 euro mediante due linee di intervento ai sensi della L.R. 20/2014 “Norme in materia di cinema e audiovisivo”)». «Complessivamente, sul territorio nazionale, il Governo ha promosso interventi a sostegno dei settori dello spettacolo, del cinema e dell'audiovisivo assegnando, dal mese di giugno 2020 sino a luglio 2021 (data di ultimo aggiornamento dei dati del Report), risorse per 280 milioni di euro (279.576.685 euro). Un sostegno più che necessario di fronte al forte segno meno relativo agli incassi dei settori dello spettacolo dal vivo e del cinema, che ha causato un forte danno a tutto il sistema culturale regionale».

Il report su domanda e offerta di spettacolo - Un secondo nuovo report su domanda e offerta di spettacolo in Emilia-Romagna nel 2020, includendo quindi le variazioni determinate dalla sospensione delle attività a seguito dell’emergenza da Covid-19, registra 58 milioni di incassi in meno per lo spettacolo e oltre 48 milioni in meno nel cinema rispetto al 2019. A causa della pandemia e alle misure adottate per fronteggiarla, la variazione delle rappresentazioni in Emilia-Romagna è del -60,6%, (in Italia del -65%). Gli spettatori nel 2020 sono diminuiti del 72,1% (75,5% a livello nazionale). La spesa al botteghino registra una diminuzione dell'83,5% (in Italia dell'83,7%).

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza e ristori, 1milione e 63mila euro per 47 imprese dello spettacolo piacentine

IlPiacenza è in caricamento