Rivergaro, definiti i criteri per l’assegnazione dei buoni spesa alle famiglie in difficoltà

A partire da lunedì 6 aprile  e fino a venerdì 10 aprile sarà possibile presentare le domande, che dovranno essere inoltrate preferibilmente via mail mentre, in caso di necessità, si potrà procedere con la consegna presso gli uffici dei Servizi Sociali del Comune previo appuntamento

L’Amministrazione di Rivergaro ha definito i criteri per l’assegnazione dei buoni spesa a favore della popolazione rivergarese che si trova in stato di difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria in corso. «Questa misura – spiega l’assessore alle politiche sociali Monica Rancati – è rivolta ai nuclei familiari che, a causa degli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica in corso, hanno un reale e urgente bisogno di credito».

A partire da lunedì 6 aprile  e fino a venerdì 10 aprile sarà possibile presentare la domanda per il rilascio dei buoni spesa. I criteri e la modulistica da compilare sono disponibili sul sito del Comune di Rivergaro. Le domande dovranno essere inoltrate preferibilmente via mail all’indirizzo comune.rivergaro@sintranet.legalmail.it mentre, in caso di necessità, si potrà procedere con la consegna presso gli uffici dei Servizi Sociali del Comune di Rivergaro (via San Rocco n. 24) previo appuntamento ai numeri 0523/953517-13 per concordare le modalità di consegna del modulo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’importo del buono spesa è determinato in base al numero dei componenti del nucleo familiare e sarà incrementato per ogni componente minorenne presente nello stesso e/o per ogni persona in stato di disabilità certificata (con invalidità superiore al 66%) presente all’interno del nucleo familiare. In ogni caso, l’ammontare complessivo del contributo per ciascun nucleo non sarà superiore a 500 euro. I buoni spesa saranno spendibili solo presso gli enti convenzionati che aderiranno e saranno utilizzabili solo per l’acquisto di generi alimentari e di prima necessità (ad esclusione, a titolo esemplificativo, di alcolici, tabacchi). «Ci teniamo a ringraziare – conclude l’assessore Monica Rancati – i dipendenti dei Servizi Sociali del nostro Comune per il grande lavoro svolto in questi giorni in vista del corretto avvio della procedura».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di strada e si ribalta in un campo, muore a 32 anni

  • Ruba scarpe da 40 euro ma nella mascherina ne ha più di 6mila: nomade denunciata

  • Nina Zilli porta Guido Meda in giro per la Valtrebbia

  • Cavo nel bosco ad altezza gola, ciclista piacentino salvo per miracolo

  • Diventano parenti al matrimonio e poi si picchiano al bar: due feriti e una denuncia

  • «Ho ucciso Leonardo, ma l’ho fatto per difendermi. Chiedo scusa alla famiglia»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento