rotate-mobile
Lunedì, 4 Marzo 2024
L'evento

Il generale Roberto Vannacci a Piacenza per “Il mondo al contrario”

Il libro “best seller” dell’anno verrà presentato nella parrocchia di Borgotrebbia dall’Unione dei giuristi cattolici a pochi giorni dalla polemica sulla promozione del generale

«Pensavo di distribuire il mio libro a circa trecento o quattrocento persone. Già trecento copie distribuite sarebbero state un obiettivo incredibile. Poi Aldo Cazzullo del “Corriere della Sera” e Matteo Pucciarelli di “Repubblica” mi hanno fatto vendere più di 230mila copie». Il generale Roberto Vannacci sarà, molto probabilmente, a Piacenza il prossimo 20 dicembre.

Alle 21, nella sala messa a disposizione dalla parrocchia dei Santi Angeli Custodi di Borgotrebbia, invitato dall’associazione dei Giuristi Cattolici di Piacenza, è infatti in programma la presentazione del noto libro “Il mondo al contrario”. La serata non è stata ancora ufficializzata, ma la sala parrocchiale risulta prenotata proprio per questo scopo.  

La serata dovrebbe essere moderata dall’avvocato Livio Podrecca, presidente e anima dell’associazione dei giuristi cattolici, particolarmente vivace e attiva nella nostra città nell’organizzazione di alcune iniziative (come la recente campagna di comunicazione “Pro Life”).

Il generale Vannacci è finito alla ribalta delle cronache dalla scorsa estate con la pubblicazione del libro “Il mondo al contrario”, inizialmente autoprodotto, che tocca diversi temi d’attualità e che ha suscitato molte polemiche nell’opinione pubblica italiana. Tra queste, anche un botta e risposta con l’ex ministro piacentino, Pier Luigi Bersani, querelato dallo stesso Vannacci nelle scorse settimane.

Proprio negli ultimi giorni Vannacci, di origine toscana, è tornato ad occupare le prime pagine dei giornali per aver assunto l’incarico di capo di stato maggiore del comando delle forze operative terrestri dell'Esercito, dopo essere stato avvicendato dal comando dell'Istituto geografico militare. Il comando a cui è stato ora assegnato è una delle aree di vertice dell'Esercito italiano. Una sorta di “promozione”, criticata da una parte del Parlamento. Nel frattempo è stato raggiunto dalla notifica dell'inchiesta disciplinare formale aperta nei suoi confronti da una commissione apposita in seguito alla pubblicazione del suo libro, che potrebbe avere leso l'immagine delle forze armate. Lo stesso generale si è preso un mese di licenza ed è atteso a Piacenza per la presentazione proprio in questo periodo.

«Avrò un mio militare difensore - ha spiegato Vannacci nelle ultime ore - ma non mi avvarrò di alcun avvocato del foro: mi difenderò personalmente, sicuro di non aver violato alcuna norma. Qui si sta mettendo in discussione la libertà di parola e di manifestazione delle proprie idee in un Paese libero». «Ho ricevuto tantissimi messaggi di solidarietà da persone che rivestono ruoli pubblici e comuni, da tanti colleghi e comandanti in pensione. In questi due giorni le vendite del mio libro si sono quadruplicate e finora ne sono state vendute 230mila copie».

E sulla licenza? «Ovviamente autorizzata, ben prima del trasferimento ad altro incarico. Era una cosa decisa da tempo, per motivi familiari, che non c'entra nulla. Quando terminerà la licenza, se non si prolungherà, comincerò l'affiancamento per assumere il nuovo incarico affinché possa dirigere efficientemente il Comando delle forze operative terrestri, che è una cosa complessa», ha specificato il generale.

In merito alle indiscrezioni comparse su alcuni giornali che parlano di un'inchiesta a suo carico negli anni in cui ha operato presso l'ambasciata italiana in Russia, Vannacci ha commentato che «non gli risulta». «Quel mio incarico è terminato un anno e mezzo fa e non mi è stata mai rilevata alcuna mancanza su quel periodo. Anzi, il mio operato è stato ritenuto eccellente e mi sembra impossibile che io non sia a conoscenza di inchieste su di me che possano riguardare quel periodo».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il generale Roberto Vannacci a Piacenza per “Il mondo al contrario”

IlPiacenza è in caricamento