Sabato corteo di Usb in centro: sosta vietata su tutto il percorso

Lungo l'intero tragitto sarà vietata la sosta con rimozione forzata su entrambi i lati già a partire dalle ore 3 di questa notte, con verifiche dalle 5.30 del mattino per liberare le strade da eventuali veicoli posteggiati nonostante i cartelli di divieto

In rosso il percorso

Per consentire lo svolgimento del corteo organizzato dall'Unione Sindacati di Base nella mattina di sabato 23 giugno, si renderanno necessarie misure di limitazione al traffico lungo l’intero percorso, nonché lungo le vie vicine. Dalle 10.30 sino alla fine della manifestazione, prevista tra le 13.30 e le 14, potranno pertanto verificarsi disagi alla mobilità, soprattutto nella zona del centro storico e in via IV Novembre. Il percorso, come evidenziato in rosso sarà il seguente: partenza da piazzale Marconi, via la Primogenita, piazzale Roma, viale Patrioti, via IV Novembre, via Alberici, Pubblico Passeggio, via Pubblico Passeggio, piazzale Roma, via la Primogenita e conclusione in piazzale Marconi. Lungo l'intero tragitto sarà vietata la sosta con rimozione forzata su entrambi i lati già a partire dalle ore 3 di questa notte, con verifiche dalle 5.30 del mattino per liberare le strade da eventuali veicoli posteggiati nonostante i cartelli di divieto già collocati con evidenza e i volantini distribuiti nei giorni scorsi sulle auto parcheggiate nelle vie interessate, affissi sui portoni e lasciati nelle cassette postali dei residenti.  Inoltre, per consentire il passaggio dei manifestanti la Polizia Municipale provvederà al blocco temporaneo della circolazione lungo il percorso e nelle vie limitrofe, con conseguente divieto di transito nel momento in cui il corteo si snoderà lungo l’itinerario previsto. 

LA NOTA DI USB - Le denunce nei confronti dei delegati e dirigenti di Usb Logistica, che si configurano come atto repressivo contro le nostre lotte, sono arrivate al culmine. Di fatto, dopo la morte di Abd Elsalam la repressione nei confronti dell’Unione Sindacale di Base è continuata utilizzando anche il reato di sabotaggio industriale del vecchio Codice Rocco del 1930. Il paradosso è che si utilizzano tutti gli strumenti repressivi possibili per fermare la lotta dell’Unione Sindacale di Base che è una lotta per portare la legalità nel mondo del lavoro, contro il caporalato e il lavoro nero. Usb non intende però arretrare di fronte a questo che è un vero e proprio processo politico al dissenso e alla lotta per l'emancipazione del lavoro. Usb invita pertanto i lavoratori e chi ha a cuore le sorti della democrazia a rispondere a questo attacco partecipando alla campagna nazionale di iniziative previste nel mese giugno. Per il 22 giugno Usb ha indetto un sciopero nazionale della logistica, che sarà seguito da un corteo sabato 23 giugno, con partenza da piazzale Marconi alle 11.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento