rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Attualità

Sabato in Cattedrale il colore liturgico rosso per la beatificazione di suor Leonella

Sabato prossimo poco dopo le ore 11 Suor Leonella (al secolo Rosa) Sgorbati, diventerà una Beata della Chiesa cattolica

Sabato prossimo poco dopo le ore 11 Suor Leonella (al secolo Rosa) Sgorbati, diventerà una Beata della chiesa cattolica.  All’inizio della Celebrazione eucaristica (dal colore liturgico rosso a significare il martirio della nuova beata), dopo l’atto penitenziale, il Vescovo Gianni Ambrosio si rivolgerà al Cardinale Angelo Amato - che presiede la celebrazione eucaristica quale rappresentante del Papa e che utilizzerà il pastorale che fu di un altro beato della nostra Chiesa diocesana: il Vescovo Giovanni Battista Scalabrini – dicendo:

Eminenza Reverendissima, Sua Eccellenza Mons. Giorgio Bertin, Vescovo di Djibouti e Amministratore Apostolico di Mogadiscio ed io, quale Vescovo di Piacenza-Bobbio, chiediamo umilmente a Sua Santità Papa Francesco di iscrivere nel numero dei beati la Venerabile Suor Leonella Sgorbati,

quindi la Postulatrice della Causa di Beatificazione, suor Renata Conti, missionaria della Consolata, leggerà  un breve profilo biografico della Serva di Dio Leonella Sgorbati. Il Cardinale  Amato darà quindi lettura della lettera scritta in latino del Santo Padre Francesco nella quale viene dichiarata Beata la Serva di Dio Leonella Sgorbati e annuncia la data della celebrazione annuale della  sua memoria. A questo punto della celebrazione la corale canterà "l’Amen" che esprime l’assenso e la partecipazione di tutto il popolo di Dio. Verra quindi lentamente svelato lo strato con l’immagine della nuova Beata.

La Cattedrale si sta preparando a questo evento di Beatificazione con grande attenzione anche agli aspetti organizzativi perché sono attese da fuori provincia oltre 700 persone e almeno sette pullman; in particolare da Torino, Roma e Milano.  La cerimonia sarà trasmessa in differita da Telepace alle 17. La corale del Duomo è diretta dal maestro Simone Fermi; all’organo il maestro Federico Perotti.

Dopo lo "svelamento" la cerimonia prosegue con il coro e assemblea che cantano l’Inno alla Beata Leonella. Durante l’esecuzione vengono portate all’altare i ricordi della nuova Beata: reliquia “ex ossibus” e  diari manoscritti che il Cardinale Amato venera con l’incenso. Terminato il canto il Vescovo di Piacenza-Bobbio si rivolge nuovamente al Cardinale presidente con le parole:

Eminenza Reverendissima, la Chiesa di Dio che è pellegrina in Piacenza-Bobbio ringrazia il Successore di Pietro, sua Santità Papa Francesco, per la beatificazione di questa nostra martire che ha versato il suo sangue per puro amore e come testimone di Cristo.

A questo punto il Cardinale Angelo Amato consegna copie della Lettera Apostolica al Vescovo di Djibouti e Amministratore Apostolico di Mogadiscio Mons. Giorgio Bertin, al Vescovo di Piacenza - Bobbio, Mons. Gianni Ambrosio, Al Cardinale di Nairobi Sua Eminenza John Njue, all’Arcivescovo di Milano, Mons. Mario Delpini, alla Superiora Generale delle Suore Missionarie della Consolata, Madre Simona Brambilla, alla Superiora del Kenya Suor Joan Agnes Njambi Matimu e alla Postulatrice suor Renata Conti. La Messa prosegue poi con il canto dell’Inno Gloria a Dio. Nei riti di offertorio un canto accompagnato da una danza africana aprirà la processione dei doni verso l’altare. Saranno presenti Vescovi da varie nazioni del continente africano come pure religiosi, religiose, novizi e novizie dei missionari e delle missionarie della Consolata provenienti di varie parti del mondo (Amazzonia, Brasile, Kenya, Portogallo).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sabato in Cattedrale il colore liturgico rosso per la beatificazione di suor Leonella

IlPiacenza è in caricamento