Attualità

Saccardi: «Trasferiamo il mercato coperto di piazza Casali nell’ex biglietteria Seta»

Il consigliere del “Misto”: «Il trasferimento temporaneo degli esercenti in via Alberici fa perdere a loro la clientela. Sistemiamo la vicina biglietteria in Cittadella». Rabuffi: «La collocazione in via Alberici è una barzelletta di questa Giunta»

«Sarei anche d’accordo su quanto dice Scarpa, ma gli esercenti, spostandosi da piazza Casali, perderebbero tutta la loroMauro Saccardi-6-3 clientela. Chi compra in piazza Casali e Cittadella non va di certo al mercato rionale di via Alberici a fare spesa, una volta che si trasferiscono per permettere la demolizione e ricostruzione del nuovo mercato coperto». Sul futuro di piazza Casali interviene anche il consigliere comunale Mauro Saccardi del Gruppo Misto, da sempre attento alle dinamiche del commercio e del centro storico. L’ex assessore al commercio Federico Scarpa aveva suggerito alla Giunta di rivedere il progetto, riqualificando il mercato rionale di via Alberici, portando qui tutti gli esercenti di piazza Casali, definitivamente. «Sono rimasti ormai in pochi – è l’osservazione di Saccardi – a lavorare nel mercato coperto, che la Giunta vuole demolire e ricostruire. Perché non riqualificare la biglietteria della vicinissima piazza Cittadella – è la proposta del consigliere della maggioranza - e spostare lì gli esercenti? Lasciando libera piazza Casali da quel fabbricato, da demolire, per parcheggi. Avremmo un’area riqualificata utilizzando meno risorse economiche, avendo più spazio a disposizione, per parcheggi e per il verde».

piazza Cittadella biglietteria-4

Molto critica su tutta l’operazione anche la forza di opposizione “Piacenza in Comune”. «Quando non si ascoltano i cittadini – è la riflessione del consigliere comunale Luigi Rabuffi - quando si prosegue a testa bassa senza guardarsi intorno, quando ci si fissa su un'idea, si fanno solo danni. Abbattere, abbattere, abbattere è il motto di questa Amministrazione. Come il "Tora! Tora! Tora!" dell'attacco a Pearl Harbour». «Demolire e ricostruire il mercato di piazza Casali oggi – è il pensiero del consigliere della sinistra - così come a breve l'ex mercato ortofrutticolo, per una guerra inutile,Luigi Rabuffi-16-4 contro cittadini e associazioni. Con il risultato, per il mercato coperto di piazza Casali, di lasciare 50 famiglie, tra gestori e indotto, nell'incertezza del futuro. Con una proposta di trasferimento temporaneo che sembra una barzelletta. In una piazza storica che sarà stravolta da profondi lavori chi può sapere quanti anni ci vorranno per avere un nuovo mercato? E poi, quelle promesse di ristori per chi dovrà smontare e rimontare (dall'attuale ubicazione a via Alberici) e rismontare e rimontare (da via Alberici al nuovo mercato di piazza Casali) strutture, banchi e attrezzature. Ma con quali risorse? Con quelle che si risparmieranno dall'investimento originario (come è stato detto)? Si può fare? E a quanto ammontano? Insomma, tanto fumo e l'arrosto bruciato. Cosa dire? Speriamo che il cuoco dell'attuale cucina, fra qualche mese, trovi di meglio da fare».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saccardi: «Trasferiamo il mercato coperto di piazza Casali nell’ex biglietteria Seta»

IlPiacenza è in caricamento