Attualità

Salita al Pordenone, apertura straordinaria in occasione del Geofluid

Il primo cittadino: «La Salita ha avuto un successo incredibile, lasciando incantate tutte le persone che l’hanno visitata. Un regalo fatto ai piacentini senza chiedere un soldo pubblico»

La presentazione con Pietro Coppelli e il sindaco Patrizia Barbieri

L’apertura straordinaria della “Salita al Pordenone” in occasione del Geofluid (dal 5 al 7 ottobre) è stata presentata nel corso di una conferenza stampa che si è svolta questa mattina (martedì 25 settembre) nella Sala Ricchetti della Banca di Piacenza. Il vicedirettore generale Pietro Boselli ha illustrato le modalità della riapertura (orari: venerdì 5 dalle 10 alle 12,30 e dalle 15 alle 22; sabato 6 dalle 10 alle 22; domenica 7 dalle 10 alle 19; prezzi: intero 12 euro, ridotto 10 euro, con riduzione speciale a 5 euro per i possessori dei biglietti del Geofluid e prezzi speciali anche per scuole e famiglie) sottolineando che per l’occasione sarà attivo per i visitatori il servizio di custodia cani. Il sindaco di Piacenza Patrizia Barbieri (il Comune è proprietario della Basilica di Santa Maria di Campagna) ha espresso gratitudine alla Banca di Piacenza «per la grande attenzione dimostrata anche questa volta verso il nostro territorio con questa apertura straordinaria in occasione del Geofluid» e ha elogiato «il magnifico lavoro» che sta svolgendo il presidente di Piacenza Expo Giuseppe Cavalli. «E’ motivo di soddisfazione e gratitudine - ha proseguito il sindaco - vedere come la Banca dei piacentini sia così attenta ad organizzare questa apertura straordinaria in occasione di una mostra molto importante per il nostro territorio. La Salita ha avuto un successo incredibile, lasciando incantate tutte le persone che l’hanno visitata. Un regalo fatto ai piacentini senza chiedere un soldo pubblico».

Il presidente di Piacenza Expo Giuseppe Cavalli ha ringraziato il sindaco per la voglia di fare squadra e la Banca «sempre a disposizione del territorio». Geofluid, che quest’anno compie 40 anni, è una mostra internazionale delle tecnologie ed attrezzature per la ricerca, l’estrazione e il trasporto dei fluidi sotterranei che coinvolge anche il settore dell’Edilizia. «Rispetto alla scorsa edizione - ha spiegato Cavalli - gli espositori sono cresciuti del 10 per cento e abbiamo dovuto aumentare lo spazio espositivo esterno sfruttando il parcheggio del PalaBanca». La manifestazione fieristica coinvolge 18 Paesi, tra i quali Canada, Stati Uniti, Tunisia, Irlanda, Olanda, Portogallo, Svezia e Spagna. «Grazie alla Banca di Piacenza - ha concluso il presidente di Expo - le 14mila persone che gravitano attorno al Geofluid potranno approfittare dell’occasione per impreziosire con un tocco di classe la loro presenza nella nostra città. Questo vuol dire fare squadra sul serio. Così si fanno passi avanti, chi pensa invece solo al proprio orticello non va da nessuna parte». La professoressa Giuseppina Perotti ha quindi illustrato le caratteristiche del concerto che si terrà - nel quadro dell’apertura straordinaria della Salita - il 6 ottobre alle 21, nella Basilica di Santa Maria di Campagna, per ricordare il secondo centenario dell’ingresso di padre Davide da Bergamo nel convento di Campagna. «Padre Davide - ha sottolineato la professoressa Perotti -  è stato il più celebre organista e compositore del periodo risorgimentale, arrivando a comporre duemila pezzi per organo».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salita al Pordenone, apertura straordinaria in occasione del Geofluid

IlPiacenza è in caricamento