rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Attualità

«Salvare l'area verde di via Morigi dalla cementificazione è ancora possibile: venite a firmare»

Nel pomeriggio di venerdì 29 novembre, in occasione del 4° sciopero globale per il clima, il gruppo di Fridays For Future Piacenza ha marciato lungo le vie cittadine, partendo dal liceo Respighi per arrivare ai giardini di via Morigi

«Salvare queste aree sarà un’impresa, ma che è possibile: basta la volontà dei cittadini di mantenere intatta una delle ultime zone verdi presenti nel tessuto urbano della città».

Nel pomeriggio di venerdì 29 novembre, in occasione del 4° sciopero globale per il clima, il gruppo di Fridays For Future Piacenza ha marciato lungo le vie cittadine, partendo dal liceo Respighi per arrivare ai giardini di via Morigi. Una manifestazione dai connotati più locali, con i circa 250 partecipanti a dire a gran voce “no” alla probabile costruzione di un nuovo supermercato in quell’area. 

«Chiediamo la firma dei cittadini per due motivi: il primo riguarda la "Dichiarazione di emergenza climatica", per portare in consiglio comunale il documento che abbiamo redatto seguendo le linee guida del movimento; il secondo, invece, per il salvataggio delle aree verdi di via Morigi e via Campesio» ha ribadito Luca Casana, uno degli organizzatori e appartenente a Fridays For Future Piacenza. «Siamo ancora in tempo per bloccare il progetto del supermercato: venite a firmare».

A margine del corteo, infatti, erano presenti due banchetti con cui il comitato ha raccolto sia le firme per la “Dichiarazione di emergenza climatica”, con la presenza di un incaricato comunale per procedere all’autenticazione delle 500 firme necessarie, sia per la tutela dell’area verde di via Morigi e di via Campesio, da ridestinare ad orti urbani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Salvare l'area verde di via Morigi dalla cementificazione è ancora possibile: venite a firmare»

IlPiacenza è in caricamento