Domenica, 24 Ottobre 2021
Attualità

Sarmato e le sue origini: dal diario di viaggio di Carlo Devoti nei paesi dell’est

Il paese deve le sue origini agli Osseti; i giovani di oggi lo visiteranno nell’ambito del Festival Internazionale dei Giovani

Sono al 40 esimo giorno di viaggio ed ho percorso oltre 10mila km in auto nei paesi dell’ Europa dell’est per condividere con le associazioni e le istituzioni locali il programma del Festival Internazionale dei Giovani 2020 che come sempre coinvolgerà anche la provincia di Piacenza.

Da tempo volevo visitare Beslan - città che conta  circa 35mila abitanti, ed è la terza per dimensione della repubblica dopo Vladikavkaz e Mozdok, città dell’ Ossezia Settentrionale/Alania, Russia - ed ora si presentava una concreta opportunità per visitarla caldeggiata e supportata dal Centro Statale del' Arte e del Folclore della Russia, nostro partner.

Il nome della città è tristemente legato al 1º settembre 2004 quando la Scuola Numero Uno di Beslan fu occupata da 32 terroristi ceceni, che presero in ostaggio circa 1200 persone. L'occupazione finì il 3 settembre con un blitz delle forze speciali in cui morirono 386 persone, tra cui almeno 186 bambini.

Il mio desiderio si è avverato grazie all'amico Yuri Alborov e al bravo interprete Chermen Kambegaty che mi hanno portato a visitare quella Scuola e procurato un incontro con i bambini di Beslan che partecipano alle attività della Casa della Cultura nell' ambito delle attività artistiche. Li ho invitati a venire in Italia per la prossima estate e durante l'incontro con i loro Maestri ho avuto l' opportunità di conoscere il Ministro della Cultura del Ossetia del Nord Elbrus Kubalov che ha caldeggiato la mia proposta.

Ma la sorpresa più grande l'ho provata quando ho approfondito con loro la storia del popolo alano (gli osseti del nord come li chiamano i russi). Gli Alani sono un popolo che risulta dall' unione dei Sarmati e degli Sciiti di origine indo Europea (Iran) alleati di Roma che si stabilirono in Europa centrale fra cui l' Italia dove fondarono il paese di Sarmato. Gli Alani erano bravi guerrieri ed avevano ottimi cavalli. Erano di statura molto alta, capelli biondi e occhi azzurri. Ho promesso loro che mi adopererò perchè a Sarmato siano protagonisti di una loro esibizione artistica.

Parto dall' Ossetia del Nord, consapevole del' importanza di questo incontro, per raggiungere la vicina Georgia  attraverso il Canyon di Daryal e lungo il percorso poter ammirare la meravigliosa catena montuosa del Caucaso. Nel Canyon di Daryal passava l'antica Via della Seta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sarmato e le sue origini: dal diario di viaggio di Carlo Devoti nei paesi dell’est

IlPiacenza è in caricamento