rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Attualità Sarmato

«Sarmato non trova agenti di polizia Locale: posto sicuro, serve serietà e voglia di imparare»

Gli ultimi due agenti assunti si sono trasferiti e ora il Comune del sindaco Claudia Ferrari non riesce a trovare agenti disponibili nella graduatoria. «Dobbiamo ricominciare da capo ma stiamo cercando una soluzione»

Non si trova l’agente di polizia Locale per Sarmato. «Dopo i tempi tecnici che abbiamo dovuto rispettare, in questi giorni abbiamo contattato le persone in graduatoria e nessuna è disponibile a iniziare a lavorare come Agente di Polizia Locale qui in Comune». Lo fa sapere con amarezza il sindaco Claudia Ferrari, spiegando anche che il Comune è già in attività per trovare una soluzione. «Si tratta di un posto sicuro, a tempo indeterminato, con un orario stabile e senza turni serali o notturni, con una paga adeguata e tutte le tutele che possono vantare ormai solo i posti statali – spiega Ferrari -. Serve impegno per preparare il concorso, certo, è un concorso non una barzelletta, e soprattutto serve poi serietà nello svolgimento della professione, voglia di imparare, migliorare, formarsi. Sento ogni giorno storie di persone - giovani o meno - anche dei nostri territori con situazioni lavorative allucinanti, al limite dello sfruttamento: orari incredibili, contratti inesistenti, stipendi che nemmeno possono definirsi tali. Qui serve un diploma superiore, la voglia di studiare per preparare dignitosamente un concorso pubblico strutturato correttamente, quindi seriamente, e voglia di prendersi un impegno e sembra di cercare la luna».

A Sarmato era stato assunto un agente a fine 2020, dopo un concorso realizzato in piena pandemia. «Erano state selezionate sei persone che, ad oggi, risultano tutte non disponibili. Questo significa come prevede la normativa dover ripartire da capo, con una mobilità da altro Ente. L’agente assunto, dopo i 6 mesi di prova ed essere stato confermato a tempo indeterminato, ha scelto di trasferirsi in una grande città del nord Italia, dopo aver vinto il concorso in quella città. La legge prevede che il nostro Comune sia obbligato a conservare il posto al dipendente trasferito, per i 6 mesi di prova nell'Ente dove si è recato. Avevamo già comunque scelto di non cedere la graduatoria ad altri Comuni, al fine di averla a disposizione per eventuali necessità. Proprio per non perdere tempo, a metà agosto in Consiglio Comunale abbiamo deliberato una variazione della pianta organica per creare un posto a tempo determinato, per procedere a un'assunzione immediata. Abbiamo così proseguito con la graduatoria, assumendo - appunto a tempo determinato, perché non si poteva fare altrimenti - il terzo classificato (il secondo aveva già trovato altro lavoro). Durante questi mesi a tempo determinato, l'agente ha vinto un concorso per un posto a tempo indeterminato sempre in provincia e, come nei suoi diritti e com'è normale che sia, ha accettato. Il 25 gennaio – conclude Ferrari - scadevano i 6 mesi di attesa di conservazione del posto che il Comune di Sarmato ha dovuto rispettare e quindi abbiamo potuto contattare le persone in graduatoria per chiedere di prendere servizio qui: tutte hanno già altre occupazioni».

Per Ferrari «la normativa non gioca a favore degli Enti, specialmente di Comuni piccoli come il nostro, che non possono contare su tanti dipendenti: i sei mesi di attesa e conservazione del posto sono stati fatali per la nostra situazione. Resto dell'idea che i lavoratori vadano sempre tutelati con il massimo rispetto; ognuno di noi si trova ogni giorno di fronte a situazioni lavorative allucinanti che siano personali o di amici, parenti, conoscenti, qui però siamo all'estremo opposto. Il concorso che avevamo realizzato in piena pandemia aveva avuto (vado a memoria) oltre 80 iscritti: meno della metà si erano presentati alle prove scritte, non molti avevano raggiunto le prove orali e solo 6 erano riusciti a classificarsi: di queste persone pochissime erano del territorio. Non mi spiego come mai»

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Sarmato non trova agenti di polizia Locale: posto sicuro, serve serietà e voglia di imparare»

IlPiacenza è in caricamento