Giovedì, 29 Luglio 2021
Attualità

"Notte prima degli esami", verso la maturità 2162 studenti piacentini

Mercoledì 16 giugno al via la prova orale in quattro fasi per conquistare il diploma, 85 le commissioni esaminatrici impegnate negli istituti di Piacenza e provincia

(repertorio)

Scatta la “notte prima degli esami”, verso la maturità 2162 studenti di Piacenza e provincia. Prendono infatti il via mercoledì 16 giugno gli esami di Stato del secondo ciclo dell’anno scolastico 2020/21, step che coinvolge 35mila 381 mila studenti in tutta l’Emilia-Romagna. Tra questi – come riporta la nota dell’Ufficio scolastico regionale – sono complessivamente 2162 gli alunni del territorio piacentino che si apprestano a conquistare il diploma: 2.027 candidati interni degli istituti scolastici statali, 70 candidati interni degli istituti paritari e 65 candidati esterni. Come già avvenuto lo scorso, anche per il 2021 le prove consistono in un colloquio, modalità confermata per il perdurare della situazione di emergenza dettata dal Covid-19. Nel nostro territorio sono 85 le commissioni esaminatrici impegnate negli esami di stato.

La prova orale - La prova orale, articolata in quattro fasi, si svolge in presenza con una commissione interna ad eccezione del Presidente, unico membro esterno. Nella prima fase viene discusso l’elaborato, il cui argomento era stato assegnato alle studentesse e agli studenti dal Consiglio di classe entro il 30 aprile scorso e consegnato dal candidato non oltre la data del 31 maggio. Il colloquio prosegue con la discussione di un breve testo, oggetto di studio nell’ambito dell’insegnamento di lingua e letteratura italiana, o della lingua e letteratura nella quale si svolge l’insegnamento, durante il quinto anno.

La terza fase - sottolinea la nota - consiste nell’«analisi, da parte del candidato, del materiale scelto dalla sottocommissione con trattazione di nodi concettuali caratterizzanti le diverse discipline, anche nel loro rapporto interdisciplinare». Qui, come nell’elaborato, trovano posto anche le conoscenze e competenze previste dal nuovo insegnamento trasversale di Educazione civica. Nel caso in cui non fossero già incluse nell’elaborato o trattate in precedenza, l’esame sarà completato con l’esposizione delle attività relative ai Pcto - Percorsi per le competenze trasversali e per l'orientamento (ex alternanza scuola-lavoro) - per come effettivamente svolte, «eventualmente mediante una breve relazione ovvero un elaborato multimediale». L’esame orale viene valutato fino a 40 punti, i restanti 60 derivano invece dai crediti maturati nel triennio. Il voto massimo finale possibile resta 100 su 100, con la possibilità di ottenere la lode.

Quest'anno debutta anche il curriculum dello studente, documento allegato al diploma che certifica le competenze degli studenti acquisite anche in contesti formali e informali, o le esperienze significative legate ad attività extra-didattiche. Anche il contenuto nel curriculum conto la commissione nella conduzione del colloquio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Notte prima degli esami", verso la maturità 2162 studenti piacentini

IlPiacenza è in caricamento