Piacenza capitale del virtuale: martedì 24 e mercoledì 25 settembre appuntamento tra il Gioia e il Municipale

"Scuola e virtuale", evento ideato dal liceo Gioia, è un convegno rivolto a scuole, aziende, associazioni, enti locali e a chiunque sia interessato ad approfondire l’impatto con la realtà virtuale e aumentata. In programma talk, workshop e laboratori

La presentazione dell'evento

“Scuola e virtuale”: si parlerà di questo nella due giorni di eventi organizzata dal Liceo Gioia, in collaborazione con “ImparaDigitale” e “Indire”, in programma martedì 24 e mercoledì 25 settembre a Piacenza.

Nella cornice del Teatro Municipale, dove si svolgeranno i talk mattutini, si parlerà di realtà virtuale, realtà aumentata, mondi virtuali, videogames nelle discipline umanistiche, nelle STEM, nell’alternanza scuola lavoro, nel potenziamento e l’inclusione, ma anche di tutte le nuove frontiere della didattica innovativa, come libri “aumentati” e gamification, ovvero “immersione” per rivivere parchi naturali, musei, archeologia, cultura e arte. Nel pomeriggio, invece, numerosi workshop e laboratori verranno svolti all’interno della scuola, con un carattere molto più concreto e pratico.

«Questo evento nasce per confrontarsi: per due giorni lo faremo con scuole provenienti da tutta Italia sulle positività e sulle criticità di queste tecnologie, applicate all’apprendimento dei nostri ragazzi» ha spiegato il dirigente scolastico del liceo Gioia, Mario Magnelli. «Abbiamo già più di mille partecipanti provenienti da oltre 50 città italiane, e le iscrizioni sono ancora aperte».

«Da tempo il liceo Gioia dimostra capacità di guardare avanti, coinvolgendo anche le realtà territoriali, con attenzione particolare ad un argomento estremamente attuale» ha aggiunto Jonathan Papamarenghi, assessore alla Cultura. «Per due giorni la nostra città sarà capitale del virtuale, per un format che la fa aprire a livello italiano».

«La scuola deve diventare il luogo in cui la cittadinanza deve guardare con estrema attenzione, in quanto c'è il nostro futuro» ha concluso Dianora Bardi, presidente di ImparaDigitale. «Con questo evento guarderemo gli aspetti tecnologici del tema sia positivi sia negativi, oltre a valutare come è cambiato il modo di comunicare e di condivedere degli studenti, ormai perennemente immersi in questa realtà».

Un evento gratuito pensato non solo per promuovere o fornire dimostrazioni delle nuove tecnologie, ma soprattutto per riflettere sul come, sul quando, sulle positività e le criticità. Tra i relatori, i massimi esperti del settore, tra cui Andrea Benassi di “Indire”. Anche il Centro Regionale di Informazione delle Nazioni Unite (UNRIC Bruxelles) promuove sul suo sito il convegno "Scuola e Virtuale", presentandolo come il più grande evento italiano sul tema della didattica immersiva. 

Il convegno è rivolto principalmente alle scuole, ma anche ad aziende, associazioni, enti locali e a chiunque sia interessato ad approfondire l’impatto che la realtà virtuale e aumentata sta avendo - e sempre più avrà in futuro - su metodologie, pratiche di insegnamento e apprendimento. Alla fine dell'evento verrà rilasciata una certificazione di unità formativa, molto utile sopratutto per i docenti.

Il programma

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una coop creata per truffare lo Stato e fare soldi, 135 dipendenti senza contributi: scoperta maxi evasione

  • Sbalzato dall’auto che si ribalta nel campo, muore un 51enne

  • Si pente della droga e in confessione ne lascia un chilo e mezzo al parroco

  • Rapinato e picchiato sotto casa

  • Presidente del Vigolo aggredito a bastonate e rapinato, è grave

  • Cade e batte la testa su una lamiera, grave una donna

Torna su
IlPiacenza è in caricamento