rotate-mobile
Studenti

Scelta delle Superiori: avanti sempre i licei con 1223 iscritti, in città sale il Respighi

Incremento anche per le sedi provinciali Volta, Mattei e San Colombano. Gli istituti tecnici a quota 1021 iscritti, 285 per le professionali

Scelta delle Superiori: avanti sempre i licei con 1223 iscritti, in città sale il Respighi, ma si registra un incremento anche per le sedi provinciali Volta, Mattei e San Colombano. Sono in tutto 2.535 le richieste giunte all’ufficio scolastico provinciale dalle famiglie di studenti e studentesse alla soglia dell’ingresso nella scuola secondaria di secondo grado (escluse le realtà private). A dare un quadro delle preferenze dei ragazzi, la Provincia di Piacenza.

I licei si attestano a quota 1.223 iscritti, gli istituti tecnici a quota 1.021 e le scuole professionali a 285. «Scelte che mostrano – sottolinea l’ente - considerando il territorio nel suo complesso, una sostanziale continuità rispetto alle percentuali di iscrizioni a licei, istituti tecnici e istituti professionali di dodici mesi fa. In questo quadro, non dissimile dall’andamento nazionale rispetto al trend positivo degli istituti tecnici e di quelli professionali, spiccano alcune cifre. Nel capoluogo sono in salita i numeri delle iscrizioni al liceo scientifico “Respighi”, inoltre è crescente l’attrattività delle Secondarie di II grado che hanno sede (principale o coordinata) sul territorio: risultano infatti in significativo incremento gli istituti “Volta” (liceo a Castel San Giovanni e istituto tecnico tecnologico a Borgonovo Val Tidone), “Mattei” (istituto tecnico tecnologico a Fiorenzuola d’Arda) e “San Colombano” (istituto tecnico commerciale a Bobbio)».

Per la vicepresidente della Provincia Patrizia Calza, consigliera con delega a edilizia scolastica, istruzione e diritto allo studio, «le variazioni tra un anno e l’altro dipendono da una articolata serie di fattori, inoltre il dato risentirà delle modifiche legate al fisiologico riorientamento che usualmente si registra ad anno scolastico in corso. Ciò premesso, è evidente che la riconosciuta qualità dell’offerta formativa del capoluogo e del territorio continua ad essere premiata anche in un contesto dinamico e complesso come l’attuale. La Provincia è in costante ascolto delle esigenze delle realtà scolastiche e continua a ricercare risorse da destinare alla messa in sicurezza, alla riqualificazione e all’adeguamento antisismico degli edifici di competenza nonché al potenziamento delle infrastrutture per lo sport a scuola».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scelta delle Superiori: avanti sempre i licei con 1223 iscritti, in città sale il Respighi

IlPiacenza è in caricamento