rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Valtrebbia / Corte Brugnatella

Servizio di gestione rifiuti in Appennino, sindaci e Atersir a confronto

Per gli amministratori comunali occorre, date le specificità oro-demografiche dell'Alta Valtrebbia, un'applicazione graduale e dedicata del nuovo sistema di gestione dei rifiuti

Nei giorni scorsi il Direttore di Atersir (Agenzia Territoriale dell'Emilia-Romagna per i Servizi Idrici e Rifiuti), ingegnere Vito Belladonna, accogliendo l'invito dei Sindaci di Ottone Federico Beccia e di Zerba Pietro Rebolini e del Commissario straordinario di Cerignale e di Corte Brugnatella Luigi Swich, si è recato presso il Municipio di Ottone dove ha incontrato le autorità locali (presente anche il responsabile dei Servizi tecnici di Zerba, Cerignale e Corte Brugnatella Gaetano Marci) con le quali ha trattato degli aspetti più salienti del nuovo contratto di concessione del servizio di gestione dei rifiuti urbani per il bacino di Piacenza, entrato formalmente in vigore il 1° gennaio di quest'anno. I presenti hanno convenuto che le specificità oro-demografiche dell'appennino piacentino e, in particolare, dell'Alta Val Trebbia suggeriscono un'applicazione graduale e dedicata del nuovo sistema di gestione dei rifiuti e hanno aggiornato la seduta a un successivo prossimo approfondimento anche con il concessionario Iren.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Servizio di gestione rifiuti in Appennino, sindaci e Atersir a confronto

IlPiacenza è in caricamento