«Servono strisce pedonali e una ciclabile. Qui è molto pericoloso». I residenti di Corte Pusterla scrivono al Comune

Esposto al Comune per chiedere un attraversamento pedonale alla rotatoria davanti all'ingresso del complesso residenziale tra la Veggioletta e la tangenziale. Sul tavolo anche la richiesta di allungare la vicina pista ciclabile

Il punto in cui manca l'attraversamento pedonale

I residenti di Corte la Pusterla, nella parte nuova della Veggioletta vicino alla tangenziale, chiedono nuovamente un intervento da parte del Comune per risolvere una situazione viabilistica non certo ottimale e potenzialmente molto pericolosa. Dopo aver finalmente ottenuto due anni fa un'illuminazione adeguata, ora hanno presentato un nuovo esposto al Comune per chiedere un attraversamento pedonale e un tratto di pista ciclabile.

«In Corte la Pusterla - scrivono i residenti - ci sono sessanta unità abitative e relative famiglie che ormai rischiano quotidianamente la vita ad attraversare la tangenziale per raggiungere la città, non essendoci strisce pedonali, dossi o dissuasori di velocità. Nel percorso che collega la nostra residenza alla città ci sono due pericolosi tratti che vorremmo poter percorrere tramite mobilità sostenibile in tutta sicurezza. Ci sono due tratti scoperti da pista ciclo-pedonale: il più lungo sulla strada Gragnana. La pista attuale si interrompe all’altezza del canale della Fame. Il tratto corto, dinnanzi alla nostra corte, non presenta strisce pedonali e la pista si interrompe all’altezza dell’attuale rotonda».

«Facciamo presente che la corte, formata da circa sessanta unità familiari, ospita al suo interno un centinaio di persone fra adulti e bambini. Ci preme sottolineare soprattutto il tema della sicurezza, dato che col passare del tempo i percorsi attuali sono sempre più pericolosi, causa dissesti stradali e aumento del traffico. In passato ci fu risposto che le strisce pedonali erano già collocate all’altezza del concessionario Ponginibbi. Riteniamo però tale risposta non risolutiva, e col passare del tempo il percorso sulla vecchia strada Gragnana è sempre più trafficato da mezzi agricoli, quindi chiediamo al Comune di Piacenza una adeguata soluzione per consentirci di muoverci in entrambe le direzioni, dato che anche l’unica fermata del bus si trova in direzione opposta all’attuale attraversamento. Resterà comunque centrale risolvere la questione sul transito del canale della fame laddove la strada, sprovvista di banchina, impone il transito con le bici pericolosamente a ridosso del transito delle automobili».

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Piacenza usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento