Settimana Nazionale della Celiachia: oltre 2.200 alunni hanno aderito alla campagna di sensibilizzazione dell’AIC

Dall’11 al 19 maggio, speciali menu gluten free per gli alunni delle Scuole dell’Infanzia, Primarie e Secondarie di Primo Grado

Sono stati oltre 2.200 gli alunni delle scuole nella provincia di Piacenza che hanno aderito alla Settimana Nazionale della Celiachia, la speciale iniziativa promossa dell'Aic (Associazione Italiana Celiachia) che, dall’11 al 19 maggio, ha coinvolto anche i più piccoli sul delicato tema dell’intolleranza al glutine.

Negli Istituti scolastici dei Comuni di Cadeo, Carpaneto Piacentino, Castell’Arquato, Cortemaggiore, Gropparello, Gossolengo, Podenzano, Rottofreno e San Giorgio Piacentino, le Amministrazioni Comunali in collaborazione con Elior, l’azienda che si occupa della ristorazione scolastica, hanno proposto un menu gluten free, studiato con l’aiuto delle Asl territoriali, che prevedeva risotto (nelle varianti primavera, zafferano o parmigiana), un secondo con pollo o mozzarella con ricco contorno di verdura di stagione e, al posto del pane, gallette di riso o mais.

L'iniziativa ha riconfermato l'attenzione e la consapevolezza degli operatori della ristorazione collettiva, come Elior, e delle amministrazioni comunali che incontrano quotidianamente il tema della diversità alimentare. Per questo motivo sono stati coinvolti gli alunni di tutte le età, dalla scuola dell’infanzia fino alla scuola secondaria, che per una volta hanno potuto condividere il pasto con i compagni affetti da celiachia. In alcuni comuni la sensibilizzazione è molto forte, tanto che mensilmente si organizza un pasto scolastico con menu gluten free.

Al termine del pranzo, tutti i bambini e ragazzi sono stati coinvolti in spiegazioni sulla tematica e hanno ricevuto del materiale informativo per comprendere meglio come questa patologia influenzi la vita di tutti i giorni.

Secondo le stime del Ministero della Salute, nel mondo ne soffre 1 persona su 100. Eppure ancora oggi questa malattia è poco conosciuta ed è sotto diagnosticata. In Italia, su 600.000 celiaci attesi, si stima che solo circa 180mila hanno ricevuto diagnosi. Ecco perché si stanno moltiplicando i progetti informativi ed ecco il perché della Settimana della Celiachia.

Il gruppo Elior Italia

Leader in Italia nella Ristorazione Collettiva, serve nel nostro Paese oltre 108 milioni di clienti l’anno in più di 2.200 ristoranti e punti vendita attraverso 14mila collaboratori.

Elior opera in molteplici settori quali le aziende, le scuole, il socio-sanitario, le forze armate, i musei, e la ristorazione a bordo delle Frecce di Trenitalia.

In particolare nell'ambito dell'istruzione Elior lavora su tutto il territorio nazionale con scuole di ogni livello, pubbliche e private, università, centri ricreativi e convitti. Oltre a preparare pasti equilibrati e appetitosi, gli esperti di nutrizione Elior, in accordo con il cliente, organizzano programmi di educazione alimentare ad hoc, attività didattiche e laboratori, con il coinvolgimento delle famiglie e delle direzioni scolastiche, delle amministrazioni locali, delle ASL e delle commissioni mensa.

La mission di Elior è rendere ogni pausa un momento da assaporare attraverso ingredienti freschi, di qualità, locali, per piatti bilanciati e sempre contemporanei.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La qualità è per Elior un impegno quotidiano reso concreto e tangibile non solo dalla scelta degli ingredienti del territorio e dall’attenzione offerta dal personale, ma anche dalle certificazioni che sono costantemente rinnovate e dall’adesione a protocolli di sostenibilità, come il Global Compact, il programma delle Nazioni Unite sulla Responsabilità Sociale d’Impresa. Sulla base di queste premesse è stata elaborata la strategia di Responsabilità Sociale d’Impresa di Elior, Positive Foodprint Plan™, attraverso la quale si vuole creare un circolo virtuoso nel mondo della ristorazione, dal campo coltivato alla tavola, lavorando in sinergia con fornitori, clienti, utenti finali e dipendenti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

  • Come non sporcare la mascherina con il trucco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento