rotate-mobile
Attualità

Come reagire ad uno scoppio, l’addestramento di Anpas con una simulazione

Giovedì 20 ottobre tra via Abbondanza, via Benedettine e via Giarelli l’esercitazione formativa di Anpas

L’Anpas Comitato Provincia di Piacenza, tramite il coordinatore provinciale Paolo Rebecchi, fa sapere che giovedì 20 ottobre, si terrà un’attività formativa basata su una simulazione di soccorso in città, nelle zone di via Abbondanza, via Benedettine e via Giarelli. L’esercitazione formativa in argomento consisterà nella simulazione di uno scoppio e della conseguente evoluzione dello scenario. I dettagli operativi non saranno comunicati precedentemente agli operatori delle Pubbliche Assistenze della rete Anpas che interverranno. Fulcro dell’addestramento sarà valutare la capacità di verificare l’evento da parte dei presenti nell’area identificata, dei soccorritori, coordinandosi con i vari enti e persone che si troveranno sulla scena. Al fine di verificare quanto sopra saranno inserite nel contesto alcune persone in difficoltà che a causa di problemi fisici o di attacchi di panico non saranno state in grado di muoversi autonomamente. Le persone in difficoltà saranno truccate e preparate secondo le patologie target dal gruppo truccatori e simulatori di Anpas. Questa modalità permette la ricostruzione di casi quasi identici alla realtà, in termini di scenario simulato e di trucco dei pazienti. Immediatamente al termine della stessa, si terrà un debriefing operativo tra tutti i vari enti intervenuti. L’attività sarà possibile grazie alla preziosa collaborazione con la Prefettura di Piacenza. «Un grazie come sempre al prefetto Daniela Lupo – esprime il coordinatore Rebecchi - e a tutto lo staff manageriale della Prefettura, particolarmente attivo e propositivo anche quando si tratta di iniziative atte a testare la reattività e le capacità delle organizzazioni che normalmente intervengono su scenari di emergenza. L’interazione tra vari enti, forze dell’ordine, 118, Polizia Locale, è strategica per la buona riuscita degli interventi che si vivono nella quotidianità. Un ringraziamento ulteriore ai Vigili del Fuoco di Piacenza, che oltre alle evidenti capacità conservano un entusiasmo contagioso».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come reagire ad uno scoppio, l’addestramento di Anpas con una simulazione

IlPiacenza è in caricamento