rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Alpini

Solidarietà, il “tandem volante” in viaggio per l’adunata nazionale di Udine

L’associazione donerà un tandem a un’associazione locale che si occupa di ragazzi autistici

Breve cerimonia stamattina nella sede degli alpini piacentini - l’ex casa cantoniera di via Caorsana - per salutare Diego Guerriero, penna nera del Gruppo di Piozzano, oltre che fondatore e ideatore dell’associazione “Tandem Volante”, in partenza per Udine. La città friulana è infatti sede dell’adunata nazionale - in corso dall’11 al 14 maggio - dove Guerriero donerà un tandem a una associazione locale che si occupa di ragazzi autistici. In viaggio con lui altri tre amici del gruppo di Piozzano.

L’associazione “Il tandem volante”, è nata alcuni anni fa per iniziativa di Diego e della moglie Cassandra e nel tempo ha donato numerose biciclette a realtà oltre i confini provinciali e nazionali, da Pechino al Nepal. Marito e moglie, amanti del tandem, desideravano impegnarsi per gli altri – e in particolare per i soggetti deboli - attraverso un’opera di sensibilizzazione e integrazione delle persone non vedenti o ipovedenti. Così, grazie ai tanti sostenitori - tra cui ovviamente il Gruppo Alpini di Piozzano, che ha organizzato diverse polentate per raccogliere i fondi necessari all’acquisto del tandem - hanno avviato questa meritevole attività benefica.

Diego e Cassandra hanno iniziato a viaggiare su tandem nel 2014; due anni dopo hanno compreso che un tandem poteva essere utile a chi da solo non può pedalare -perché non vedente o con disabilità mentali – per poter percepire la sensazione di libertà che può dare la bicicletta, nonché per godere dei benefici fisici e psicologici dello sport. Così hanno unito le forze con il gruppo di Piozzano di cui Diego, della polizia di stato, fa tutt’ora parte; ad oggi hanno donato 37 tandem in circa 18 città italiane, raccolto 26mila euro per i Dpi (dispositivi di protezione individuale) per le ambulanze durante l’emergenza Covid, oltre a materiale vario per medici e infermieri. A questi si aggiungono 8mila euro per la ricostruzione della sede Avis di Amatrice.

L’associazione si è impegnata con 300 alberi per l’opera di riforestazione del monte Armelio dopo il gelicidio e ha donato decine di bici in Africa e a realtà scolastiche italiane. Ha raccolto fondi per il reparto di pediatria di Piacenza, per l’Ucraina, per i paesi terremotati o alluvionati.

«Seguendo i progetti di ricerca di Davide, nostro amico psicologo e non vedente - commenta Guerriero - abbiamo sostenuto tante iniziative, compresa la sensibilizzazione per la donazione di sangue di quasi un centinaio di colleghi in polizia, sempre con il supporto fondamentale di mia moglie e del Gruppo Alpini di Piozzano, a cui sono orgoglioso di appartenere».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Solidarietà, il “tandem volante” in viaggio per l’adunata nazionale di Udine

IlPiacenza è in caricamento