Lunedì, 15 Luglio 2024
Il commento

«Spero che ci sia l'orgoglio di aver fatto parte di qualcosa di speciale»

Il grazie del sindaco Tarasconi e dell'Amministrazione a tutti coloro che hanno contribuito al successo del Tour de France a Piacenza. L’Ausl: «Soccorse 12 persone per il caldo»

Il sindaco Katia Tarasconi e l’Amministrazione comunale di Piacenza ringraziano tutte le istituzioni, le realtà associative e i volontari impegnati in questi giorni, e oggi in particolare, che con il loro lavoro hanno contribuito al grande successo della tappa piacentina del Tour de France. «Grazie di cuore a tutti coloro che hanno lavorato con dedizione e impegno per rendere possibile questo evento. Sono centinaia le persone – sottolinea Tarasconi - che, non solo oggi lunedì 1 luglio, ma da mesi a questa parte hanno lavorato per il buon esito della manifestazione e della gara ciclistica che ha preso il via stamattina. Il Tour de France è un evento sportivo di risonanza mondiale, tra i più importanti al mondo, trasmesso in diretta televisiva da oltre 170 Paesi. Grazie al vostro prezioso contributo migliaia di turisti e centinaia di milioni di spettatori hanno avuto l’occasione di conoscere e apprezzare i tesori architettonici e artistici, i paesaggi e le meraviglie di Piacenza. Vorrei quindi esprimere il mio più sincero ringraziamento prima di tutto ai tanti dipendenti comunali che hanno davvero dato l’anima più di quanto si possa immaginare. E questa collaborazione tra uffici è tra i lasciti più importanti di questo grande evento: un banco di prova notevole e un’esperienza di cui tutti noi e tutto l’ente farà tesoro per il futuro. Un grazie speciale va poi agli operatori di Polizia Locale provenienti da altre Amministrazioni comunali, oltre naturalmente a tutto il personale del Comando di via Rogerio che si è prodigato con grande spirito di servizio. Ringrazio tutte le Forze dell'Ordine che, con il supporto garantito da Questura, Comando provinciale dei Carabinieri e Guardia di Finanza, con la loro professionalità, prontezza e competenza hanno permesso a tutti di godere della manifestazione senza preoccupazioni, contribuendo a creare un ambiente sicuro e accogliente. Ringrazio inoltre sentitamente i Vigili del Fuoco, Croce Rossa, Anpas, i servizi Ausl, gli operatori del 118, le tante realtà associative che si sono messe a disposizione con volontari e volontarie come sempre indispensabili: Protezione civile, Alpini, Scout, Vigili del fuoco in pensione ed ex dipendenti comunali. Avete lavorato con professionalità e dedizione, dimostrando un grande senso di responsabilità e un forte spirito di comunità, il vostro contributo è stato inestimabile e senza di voi il buon esito dell’evento non sarebbe stato possibile. Infine, grazie ai piacentini e alle piacentine, la nostra città ha vissuto oggi una giornata storica e il successo odierno è merito anche della vostra pazienza e comprensione. Spero che possiate condividere con me la soddisfazione e l'orgoglio di aver fatto parte di qualcosa di veramente speciale. Merci Piacenza!».

L’AUSL: «DODICI LE PERSONO SOCCORSE»

Dodici persone soccorse per strada, soprattutto per malori legati al caldo, di cui la metà trattate direttamente nel posto medico avanzato collocato a fianco del villaggio, e l’altra metà in Pronto soccorso. Tra questi un uomo con un infarto in corso, che è stato ricoverato in Cardiologia. È questo il bilancio della mattina di attività "straordinaria" della rete dell’emergenza urgenza 118 di Piacenza durante la partenza da Piacenza del Tour de France. Volontari di Anpas Piacenza e Croce Rossa Italiana - Comitato di Piacenza, insieme ai professionisti del soccorso, hanno presidiato i diversi luoghi di passaggio della manifestazione, a cominciare dal villaggio allestito in viale Malta. Le diverse squadre si sono occupate dell’assistenza del pubblico e naturalmente erano pronte a intervenire anche per le persone che abitano lungo il percorso cittadino. Nella giornata l’Azienda ha previsto anche un potenziamento del personale in servizio in Pronto soccorso e nel Centro assistenza e urgenza (Cau): durante la mattino non si sono registrati momenti di particolare afflusso. Grazie a tutti i volontari, i professionisti e gli operatori della logistica (in totale circa 200 persone) che oggi hanno contribuito a fare sentire Piacenza sicura dal punto di vista sanitario, attuando il piano elaborato dall’Azienda Usl di Piacenza in stretta collaborazione con Anpas e Croce Rossa. Grazie al Polo di Mantenimento pesante nord che ha messo a disposizione lo spazio per allestire il posto medico avanzato in un luogo strategico, proprio a fianco del villaggio del tour. Grazie a Prefettura, Questura e al Comune di Piacenza che in queste settimane hanno collaborato strettamente con il 118 per la predisposizione e l'applicazione del piano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Spero che ci sia l'orgoglio di aver fatto parte di qualcosa di speciale»
IlPiacenza è in caricamento