menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Statale 45, «Anche Rivergaro deve risolvere i suoi problemi viabilistici: ecco quali»

La minoranza di “Noi per Rivergaro” chiede all’Amministrazione Albasi di dedicarsi a quattro priorità per l’ammodernamento e la messa in sicurezza del tratto rivergarese della Statale 45

I consiglieri comunali di minoranza Giampaolo Maloberti, Michele Maschi, Ivano Zangrandi (Noi per Rivergaro) incalzano nuovamente la Giunta Albasi. Stavolta su uno temi più delicati che riguardano l’intera Valtrebbia: la Statale 45. «La mobilità delle persone – intervengono i tre consiglieri comunali - oggi è fondamentale, deve essere svolta nella massima sicurezza e tutela e di conseguenza necessita di interesse e di investimenti mirati da parte degli enti preposti. Il tratto di S.S. 45, di competenza del compartimento Ana dell’Emilia-Romagna, da tempo è oggetto di segnalazioni di grave stato di degrado da parte delle diverse amministrazioni locali collocate lungo il percorso con richiesta di interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria volti alla messa in sicurezza e a creare le condizioni viarie consone al traffico che giornalmente la percorre. In diverse occasioni in conseguenza della mancata realizzazione di opere già in progetto da tempo si è corso il rischio di isolamento della valle».

I tre consiglieri ritengono di dover individuare delle priorità nell’ambito di modernizzazione e messa in sicurezza del tratto rivergarese della S.S. 45 e quindi di valutare prioritariamente la realizzazione delle seguenti opere:

- Rotatoria nel punto di incontro tra la S.S.45 e la S.P. 28 in località Pereto ove si sono verificati diversi incidenti con perdita di vite umane. Inserita nel programma quadriennale delle opere pubbliche da parte dell’ente Provincia.

-  Attraversamento pedonale dotato di adeguata impiantistica in località Diara in prossimità di Via della Fornace con l’abbassamento del limite di velocità di km/h.50, tenuto conto delle intersezioni stradali ravvicinate ivi ubicate (Via della Fornace-S.P.55-Via Roma)

- Attraversamento pedonale dotato di adeguata impiantistica in località Fabiano, abbassando il limite di velocità di km/h. 50

- Rotatoria in prossimità dell’intersezione con la strada comunale di Ancarano Sopra

«Il 3 ottobre 2020 – proseguono - crollavano le arcate centrali di Ponte Lenzino con l’inevitabile crollo di quasi tutto il manufatto. Le amministrazioni locali della valle hanno accettato la soluzione di un ponte provvisorio ribadendo la necessità di progettare e realizzare il nuovo ponte in tempi rapidi. Dopo ampio dibattito si è convenuto da tutti i soggetti coinvolti che Anas S.p.a proceda nella definizione progettuale della soluzione che prevede la costruzione di un nuovo Ponte Lenzino a monte dell’area rimasta in piedi del vecchio ponte da adibirsi a punto di sosta turistico».

Il gruppo consiliare chiede l’impegno dell’Amministrazione Albasi per intraprendere «tutte le iniziative per chiedere ad Anas S.p.a e ai Ministeri competenti la massima attenzione e celerità nella realizzazione degli interventi di ammodernamento della S.S.45 già in progetto e la messa in campo di nuove progettazioni per completare il definitivo ammodernamento della stessa nel tratto che va da Piacenza al confine di Regione Liguria per consentire uno sviluppo economico e sociale di tutta la Val Trebbia».  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Paga per sbloccare il pacco": attenzione alla nuova truffa via sms

Attualità

Inps: «Nuovo tentativo di truffa tramite e-mail»

social

Bonus vacanze 2021: come funziona?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento