«Stili di vita, alimentazione mirata e tecniche di rilassamento contribuiscono a vincere le cefalee ricorrenti»

Il convegno in streaming organizzato dalla Lumen di San Pietro in Cerro

L’emergenza sanitaria non ha bloccato il calendario degli incontri informativi su salute, sostenibilità ambientale e sani stili di vita organizzato da Lumen, l’associazione di promozione sociale di San Pietro in Cerro che, in qualità di ente capofila della Rete Europea Salus, ha organizzato,  in collaborazione con l’Ufficio di Rappresentanza del Parlamento Europeo di Milano il convegno “Mal di testa: oltre la cura cosa puoi fare? “

L’apertura dei lavori è stata introdotta da un video messaggio dell’onorevole Eleonora Evi, l’eurodeputata del M5S, membro della Commissione Ambiente, della Commissione per le Petizioni la quale ha evidenziato come occorra cambiare il paradigma della salute, spostarsi verso un approccio che metta al centro la salute e la sua promozione anziché la cura e la malattia. Un saluto e un ringraziamento è giunto dall’ on. Carlo Fidanza  che ha espresso apprezzamento  per  il lavoro svolto da InfoSalus per tenere desta l’attenzione e arrivare a delle linee guida e a strategie a livello europeo che possano diminuire l'impatto di questa patologia.  Primo relatore la dr.ssa Eugenia Rota, direttore della Struttura Complessa di Neurologia Novi Ligure/Tortona dell’Asl di Alessandria: La maggior parte delle cefalee sono primarie cioè non sono espressione di nessun altra malattia in atto. D’altra parte ci sono cefalee che sono sintomi di altre patologie. Ci troviamo di fronte a un mare magnum perché c’è una notevole eterogeneità clinica. Alcuni studi pongono l’attenzione sulla correlazione fra disturbi d’ansia e dell’umore e cefalea, infatti la loro rilevanza supera il 75% nei pazienti emicranici. Oltre l’intervento farmacologico e un’eventuale profilassi, si può intervenire anche con terapie alternative come le tecniche di rilassamento: la dieta, l’attività fisica, l’agopuntura possono sostenere il miglioramento e ridurre l’uso di alcuni farmaci, che, in alcuni casi, hanno effetti collaterali pesanti.

Lorenzo Del Moro, dottore in Medicina e Chirurgia,  Coordinatore del Comitato Filosofico-Scientifico Salus  ha richiamato le più recenti scoperte sull’origine dell’emicrania e le strategie per la sua prevenzione e cura. Per esempio è fondamentale evitare cibi che aumentino rapidamente la glicemia nel sangue; fra questi le farine 0 e 00, i prodotti contenenti zuccheri semplici e quelli contenenti dolcificanti. È importante inoltre avere un’alimentazione ricca di antiossidanti, quindi ricca di verdure. È poi fondamentale uno stile di vita anti infiammatorio che si ottiene evitando cibi pro infiammatori (carni, cibi ad alto indice glicemico e grassi trans), mantenendo un peso corporeo sano, facendo esercizio fisico e meditando. 

Milena Simeoni, naturopata, ideatrice del progetto Salus e direttrice didattica della Scuola di Naturopatia Lumen ha illustrato il punto di vista naturopatico. «Innanzitutto è utile prendere in considerazione la capacità di gestire il dolore e vederlo come un prezioso alleato per comprendere i segnali che manda il corpo, per avere suggerimenti sull‘origine del mal di testa». Altro prezioso alleato è lo stile di vita. L’attacco di mal di testa ha spesso dei fattori scatenanti esterni, che possono essere cibi, luce, rumori, odori. Pratiche molto utili che permettono di prendersi cura quotidianamente della salute globale della persona sono: cambiare alimentazione, fare attività fisica, avere sane relazioni e meditare. Gli studi scientifici presentati, testimoniano che le antiche conoscenze della medicina tradizionale sono sempre più supportate anche dalle prove scientifiche più recenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Prossimo appuntamento, sempre in streaming: venerdì 3 luglio alle 17 con il tema “ Diabete: prevenire e guarire è possibile? ”; interverranno il dottor Alberto Donzelli, la  naturopata Milena Simeoni e il dottor Giuseppe Miserotti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di strada e si ribalta in un campo, muore a 32 anni

  • Ruba scarpe da 40 euro ma nella mascherina ne ha più di 6mila: nomade denunciata

  • Nina Zilli porta Guido Meda in giro per la Valtrebbia

  • Cavo nel bosco ad altezza gola, ciclista piacentino salvo per miracolo

  • Diventano parenti al matrimonio e poi si picchiano al bar: due feriti e una denuncia

  • «Ho ucciso Leonardo, ma l’ho fatto per difendermi. Chiedo scusa alla famiglia»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento