Stop al pagamento della sosta sulle strisce blu fino alla fine dell'emergenza sanitaria

Il provvedimento, auspicato da molti, in vigore dal 28 marzo

Scatta dal 28 marzo l’esenzione del pagamento delle tariffe nelle soste in aree con parcometri e righe blu. Lo ha stabilito la Giunta comunale adottando una serie di misure temporanee per agevolare le esigenze dei cittadini in questo periodo di emergenza.

Un provvedimento auspicato da molti (a Castelsangiovanni uno analogo era già stato adottato da giorni) e che giunge, tra l'altro, dopo un periodo di accese polemiche proprio riguardo al pagamento delle soste in un momento nel quale la gente resta in casa e non usa l'auto. Il nostro quotidiano aveva pubblicato di recente il caso emblematico di un cittadino e gli interventi della minoranza.

«Si esenta dal pagamento delle tariffe nelle aree destinate a parcheggio - si legge in una nota del Comune - sulle quali la sosta dei veicoli è ordinariamente subordinata al pagamento di una somma da riscuotere mediante dispositivi di controllo di durata della sosta (parcometri), anche in questo caso fino alla data di cessazione delle misure di limitazione della mobilità in relazione all’emergenza sanitaria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Afferma la delibera: «Risulta, ad ogni modo, opportuno non frapporre limitazioni di sorta alla sosta dei mezzi privati, a conforto delle esigenze di lavoro, salute o prima necessità (tra cui spiccano, oltre agli approvvigionamenti personali/familiari di generi alimentari e farmaci, anche il sostegno e l’assistenza a persone in difficoltà), in considerazione altresì dei rischi sanitari connessi al ricorso ai mezzi pubblici (potenziali assembramenti di persone in medesimo ambiente chiuso, ristretto e limitato). Senza dimenticare l’insussistenza, nel periodo emergenziale di riferimento, dell’usuale rapporto “eccesso di domanda/scarsezza di offerta” di posti auto pubblici».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto all’incrocio: tre feriti, gravissima una ragazza

  • Fontana: «Il virus girava da mesi, Piacenza è la provincia con i numeri peggiori»

  • Carabinieri chiamati per una lite trovano il bar pieno di gente, multa e locale chiuso

  • Intossicato mentre lavora in una cisterna, operaio gravissimo

  • Un matrimonio in sospeso ma l'attività appena inaugurata riparte: Marco e Elisa, osti a Rompeggio

  • Al via anche a Piacenza l’indagine che mapperà il Covid, 700 le persone coinvolte

Torna su
IlPiacenza è in caricamento