rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
La scuola in Emilia-Romagna

Studenti con preparazione tecnico-professionale, Piacenza in coda (con il 51,3%)

Nel 2021/2022 in regione il numero complessivo degli studenti ha subito un calo dello 0,46% rispetto all’anno precedente, nella nostra provincia +5,68% di alunni con disabilità. I dati

Studenti con preparazione tecnico-professionale, a Piacenza la quota più bassa (51,3%) in Emilia-Romagna, dopo Bologna. È uno dei dati diffusi dalla Regione, che ha approvato gli indirizzi regionali per il Diritto allo Studio Scolastico per il triennio 2022-2024 e fornito un quadro territoriale sul tema. «La scuola statale emiliano-romagnola come numero complessivo di alunni frequentanti nei diversi ordini e gradi, rappresenta il 7,3% del sistema scolastico nazionale. Gli alunni che nell’anno scolastico 2021/2022 hanno frequentato le scuole statali in Emilia-Romagna - spiega la Regione -  sono stati 544.675, con un’incidenza di oltre il 7% sul totale nazionale. In Regione il numero complessivo degli studenti ha subito un calo dello 0,46% rispetto all’anno precedente, calo percentuale più contenuto rispetto al -1,33% a livello nazionale. Gli alunni con disabilità nelle scuole statali nell’anno scolastico 2021/22 sono complessivamente 19.996 (+2,40% rispetto all’anno precedente) così distribuiti: Bologna 4.147 (-0,02%), Ferrara 1.697 (+1,74%), ForlìCesena 1.416 (+1%), Modena 3.554 (-1,33%), Parma 1.836 (+6,62%), Piacenza (+5,68%), Ravenna 1.764 (+5,5%), Reggio Emilia (+2,24%), Rimini (+9,8%)».

«Il tasso di abbandono scolastico - prosegue - è in netto calo negli ultimi anni, queste le ultime rilevazioni disponibili: 13,2% (2014), 13,3% (2015),11,3% (2016), 9,9% (2017), 11% (2018), 11,3% (2019), 9,3% (2020), il quarto tasso più basso in Italia dopo Abruzzo, Friuli-Venezia Giulia e Molise, ben al di sotto la media nazionale del 13,1% e sotto anche l’obiettivo europeo del 10%. In Emilia-Romagna i ragazzi (dati relativi all’anno scolastico 2020/2021) si sono indirizzati nel 44,8% dei casi verso i licei, per il 35,5% verso gli istituti tecnici, per il 19,8% verso gli istituti professionali».

«La provincia in cui gli studenti hanno una preparazione più orientata all’ambito tecnico-professionale - aggiunge la nota - è Reggio Emilia (il 60,9% sceglie percorsi di istruzione tecnica o professionale, i rimanenti preferiscono i licei), seguita da Ravenna (58,9%) e Modena (58,7%). Poi Forlì-Cesena (56,1%), Ferrara (54,2%), Parma (52,8%), Rimini (52,2%), Piacenza (51,30%). Infine, Bologna dove il 51% degli studenti delle scuole superiori sceglie un istituto tecnico o professionale. Rispetto al genere, nell’anno 2020/21 la componente femminile ha rappresentato il 48,6% degli studenti delle scuole superiori: nello stesso periodo la percentuale di ragazze che ha ricevuto le borse di studio per il biennio è appena al di sopra il 48% del totale, percentuale che sale al 55% per il triennio».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Studenti con preparazione tecnico-professionale, Piacenza in coda (con il 51,3%)

IlPiacenza è in caricamento