rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Attualità

Successo al PalabancaEventi per l’Ensemble di ottoni del Conservatorio della Svizzera italiana

Il Conservatorio della Svizzera italiana è nato nel 1985 come piccola scuola regionale ed è oggi scuola universitaria con un corpo decenti di richiamo internazionale. Gli studenti provengono da 40 paesi diversi

Successo al PalabancaEventi di via Mazzini per l’Ensamble di ottoni del Conservatorio della Svizzera italiana, successo decretato dai convinti applausi del pubblico accolto nella splendida cornice del Salone dei depositanti. Il concerto - offerto alla comunità piacentina dalla Banca di Piacenza - è stato preceduto dall’intervento di saluto del vicedirettore generale dell’Istituto di credito Pietro Boselli.

I giovani musicisti, diretti da Omar Tomasoni (professore di tromba alla Scuola universitaria del citato Conservatorio bresciano, 38 anni, dal 2013 prima tromba solista della Royal Concertgebouworkest di Amsterdam, svolge un’intensa attività solistica e cameristica, in duo e con il famoso quintetto d’ottoni “Italian Wonderbrass”, di cui è membro fondatore) hanno eseguito un interessante e coinvolgente programma: Tylman Susato, Suite per decimino di ottoni; Johann Christoph Pezel, Ten Part Brass music per decimino di ottoni; Andrea Falconieri, Ciaccona per due trombe, corno, trombone, tuba; Victor Ewald, Quintetto n°1 in Sib Minore op. 5 per due trombe, corno, trombone, tuba; André Lafosse, Suite Improptu per due trombe, corno, trombone, tuba; Eric Whitacre, October (Alleluia) per decimino di ottoni; Antonio Lauro, Vals Andreina n°2 per Brass Ensemble; Chris Hazell, Three Brass Cats per decimino di ottoni. L’Ensamble ha proposto come bis la splendida colonna sonora di Ennio Morricone del film Mission (Gabriel’s oboe).

L’Ensamble di fiati della scuola universitaria del Conservatorio della Svizzera italiana è composto da 15-20 elementi (studenti in formazione dei programmi Bachelor e/o professionisti già diplomati che si stanno specializzando ai corsi Master e Formazione continua) a seconda del repertorio scelto. Il Conservatorio della Svizzera italiana è nato nel 1985 come piccola scuola regionale ed è oggi scuola universitaria con un corpo decenti di richiamo internazionale. Gli studenti provengono da 40 paesi diversi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Successo al PalabancaEventi per l’Ensemble di ottoni del Conservatorio della Svizzera italiana

IlPiacenza è in caricamento