rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Attualità

Sui pali della rete elettrica 25 nidi per la Ghiandaia marina, specie protetta in via d’estinzione

Le prime installazioni delle casette artificiali nel parco dello Stirone e del Piacenziano, si proseguirà poi in altri territori tra le province di Piacenza e Parma all’interno delle riserve naturali dell’Ente Parchi

Sui pali della rete elettrica 25 nidi artificiali per la Ghiandaia marina, specie protetta in via d’estinzione. È l’intervento che E-distribuzione sta effettuando all’interno di alcune aree protette di Piacenza e Parma, grazie all’accordo di collaborazione con l’Ente per i Parchi e la Biodiversità Emilia Occidentale. «Con l’arrivo della Primavera è atteso nei cieli italiani il ritorno della Ghiandaia Marina, uno degli uccelli più appariscenti, appartenenti alla famiglia dei Coraciidi, classificati come “specie protetta”: per favorire la riproduzione di questo “predatore di insetti” in via d’estinzione, dal petto turchese e le piume verde smeraldo, E- Distribuzione ha reso operativo l’accordo di collaborazione con  l’Ente per i Parchi e la Biodiversità Emilia Occidentale - Area Conservazione Ricerca e Monitoraggio Risorse Naturali - che prevede il posizionamento di 25 nidi artificiali, utilizzando i pali di sostegno della rete elettrica di proprietà dell’azienda del Gruppo Enel».

L’Ente comunica che i tecnici di E-Distribuzione, in questi giorni, stanno eseguendo in sicurezza le prime installazioni delle casette artificiali nel parco dello Stirone e del Piacenziano, proseguendo poi in altri territori tra le province di Piacenza e Parma all’interno delle riserve naturali dell’Ente Parchi. Le operazioni in corso, che dovrebbero terminare entro il mese di aprile, non interferiranno con il normale esercizio del servizio essenziale di distribuzione di energia elettrica. Nell'ambito del progetto “Ghiandaia Marina” che mira a favorire  la conservazione della specie e a rafforzare la popolazione di questa specie di grande interesse conservazionistico nell'Italia settentrionale, l’Ente per Parchi che gestisce cinque parchi regionali e quattro riserve naturali tra le province di Parma e Piacenza, aree ad alta valenza naturalistica indispensabili per conservare e incrementare specie animali e vegetali, ha coinvolto l'azienda elettrica nell'iniziativa, individuando insieme aree specifiche tra i comuni della Pianura Padana in cui installare in sicurezza le cassette nido per permettere ai piccoli volatili di riprodursi in sicurezza, non correndo alcun rischio di folgorazione, garantendo in questo modo la sicurezza per l’avifauna. «Siamo soddisfatti di questo accordo che permetterà di offrire un luogo di nidificazione sicuro e protetto alla Ghiandaia Marina - ha dichiarato Francesco Rondi, Responsabile E-Distribuzione Area Centro Nord -. Sostenibilità ambientale e tutela della biodiversità rappresentano temi prioritari in tutte le attività che svolgiamo ogni giorno sul territorio». «Si tratta di un progetto molto importante per la conservazione della Ghiandaia marina» ha detto Agostino Maggiali, presidente dell’Ente per i Parchi e la Biodiversità Emilia Occidentale. «Ringrazio E-Distribuzione per aver collaborato a questo progetto che dimostra, ancora una volta, che la sostenibilità ambientale è un tema che può essere promosso anche con una partnership tra enti pubblici e soggetti privati, quando entrambi sono ispirati e motivati da obbiettivi di interesse pubblico».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sui pali della rete elettrica 25 nidi per la Ghiandaia marina, specie protetta in via d’estinzione

IlPiacenza è in caricamento