Tante persone e un “segno” particolare alla “Madonna degli amici” di Grondone

In tanti domenica hanno raggiunto Grondone (Ferriere) per onorare la “Madonna degli Amici”, una Madonnina collocata oltre dieci anni fa all’interno di un sacello, fatto costruire sul piazzale della chiesa per devozione e ringraziamento da Dina Bergamini er ealizzato da Giorgio Calamari utilizzando per la struttura le pietre usate da tempo immemorabile dall’edilizia locale.  Hanno concelebrato la messa don Stefano Garilli e don Giuseppe Calamari coadiuvati dal diacono Roberto Porcari. Nell’Omelia don Stefano ha rinfrancato il senso dell'incontro come bisogno di relazioni umane sostenute dall'amore che il coro dei giovani della parrocchia san Vittore del quartiere Besurica di Piacenza, ha rafforzato con canti e strumenti musicali.

Nel ricordare il significato dell’incontro, Dina Bergamini ha rilevato come il ritrovarsi alla “Madonnina degli amici” sia una manifestazione di devozione e anche occasione per festeggiare tutte le mamme; un  raduno in amicizia alla quale tutti si devono sentire partecipi e protagonisti. La presenza di numerose persone della parrocchia di San Vittore - ha aggiunto - ha risposto al mio bisogno di sentirmi integrata in un clima di salda amicizia.

Alla fine della celebrazione, Dina ha richiamato il gesto di riconoscenza compiuto alcuni mesi fa da una persona che aiuta a riflettere su valori non pubblicizzati che si verificano ancora,  rivelando che nello scorso  febbraio le è giunta una raccomandata con la quale la stessa  persona le annunciava l'impegno di inviarle in più mesi, a sostegno delle iniziative legate alla Madonna degli Amici, la somma di 400 euro. Promessa ché si è puntualmente verificata.

A tutti i presenti è stato poi consegnato un piccolo dono: una candelina con la forma di angioletto dentro a un sacchettino dorato accompagnato da una cartolina con una formula molto personale di auguri. Il successivo lancio dei palloncini colorati ha sfidato le nuvole cariche di pioggia che, caduta in minima quantità, non ha creato problemi e non ha impedito alla banda Ponchielli di eseguire un applaudito repertorio di musiche classiche e della tradizione, con l’arrivederci finale alla fiaccolata di agosto che dall’Oratorio di Grondone Sotto raggiunge il piazzale della chiesa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento