Tradizione europea e russa per la rassegna “Le Matinées” del Conservatorio Nicolini

Finale della rassegna “Le Matinées del Nicolini”, nella mattinata di lunedì 26 novembre, nel salone del Conservatorio piacentino: sul palco, gli studenti vincitori delle borse di studio offerte da Rotary Piacenza, Rotary Piacenza Farnese e Rotary Valtidone

Ivan Maliboshka e Yanina Pradukovich

Finale della rassegna “Le Matinées del Nicolini”, nella mattinata di lunedì 26 novembre, nel salone del Conservatorio piacentino: sul palco, gli studenti vincitori delle borse di studio offerte da Rotary Piacenza, Rotary Piacenza Farnese e Rotary Valtidone. Il concerto è stato introdotto dalla presidente del Conservatorio Paola Pedrazzini che ha ringraziato i club Rotary sponsor delle borse di studio, il direttore del Conservatorio Lorenzo Missaglia, Home Gallery, partner dell'evento, e tutti coloro che si sono impegnati per la realizzazione della rassegna. «Una proposta, quella offerta dalle 'Matinées' - ha sottolineato la Presidente - che da un lato valorizza il talento degli studenti, dall'altro offre alla città un'occasione di ascolto mai banale. Il programma di oggi è articolato: si va dal repertorio russo con Čajkovskij e Prokof'ev, fino al belga De Beriot e al tedesco von Weber». 

I ragazzi hanno dimostrato precisione e maturità espressiva nelle rispettive esecuzioni: apertura del concerto affidata a  Ivan  Maliboshka che ha interpretato al pianoforte “Dumka. Scena rustica in do minore op. 59” di Pëtr Il'ič Čajkovskij, brano che si lega al filone della scuola nazionale ma sfuma verso toni romantici; a seguire, Volha Karmizawa con un'opera complessa, la Sonata n. 6 op. 82 di Sergej Prokof'ev, in quattro tempi.

Passo indietro temporale - e svolta verso sonorità più cameristiche - con l'Andante e rondò ongarese per viola e pianoforte di Carl Maria von Weber che ha visto ancora protagonista il pianista Maliboshka insieme a Yanina Prakudovich (viola). Il concerto si è concluso all'insegna dello slancio romantico con “Fantasie Ballet” di Charles Auguste de Bériot, eseguito da Eleonora Liuzzi (violino) e Keiko Yazawa (pianoforte).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento