«Tragedia sconvolgente. Grati alle forze dell’ordine per la mirabile operazione»

Omicidio Damia El Assali. Il sindaco Patrizia Barbieri: «Questa tragedia familiare, nello specifico ci fa riflettere più che mai sull’importanza di una solida rete territoriale tra forze dell’ordine, servizi sociali e realtà quali Telefono Rosa»

Il sindaco Patrizia Barbieri

Esprime innanzitutto «il dolore e la solidarietà delle istituzioni», il sindaco e presidente della Provincia Patrizia Barbieri, «per la morte di Damia El Assali, vittima di una brutale violenza che colpisce la nostra comunità e ci fa sentire particolarmente vicini ai suoi due bambini e a tutti i suoi affetti più cari»: «La brillante operazione investigativa - prosegue il sindaco Barbieri - che ha permesso agli uomini dell’Arma dei carabinieri guidati dal colonnello Michele Piras, grazie anche al supporto della Polstrada, di rintracciare in poche ore e assicurare alla giustizia il marito e di mettere in salvo i due figli della vittima è ulteriore testimonianza della dedizione, dell’impegno e delle capacità con cui le forze dell’ordine tutelano il territorio e garantiscono la nostra sicurezza. Intendo esprimere anche a nome dell’Amministrazione e dell’intera comunità piacentina il più sentito e profondo ringraziamento».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Questa tragedia familiare, nello specifico – aggiunge il sindaco, anche a nome dei colleghi di Giunta – ci fa riflettere più che mai sull’importanza di una solida rete territoriale tra forze dell’ordine, servizi sociali e realtà quali Telefono Rosa, nonché sull’impegno congiunto per accrescere ulteriormente l’informazione e la consapevolezza delle opportunità di aiuto e delle strutture cui, in caso di necessità, le donne possono rivolgersi per chiedere assistenza. Avvertiamo tutta la responsabilità e il dovere di fare il possibile, affinché ogni forma di abuso fisico o psicologico possa essere denunciata e non venga vissuta in silenzio, nel peso della solitudine, con il rischio di culminare in un epilogo drammatico come è accaduto a Borgonovo». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore a 29 anni travolto da un furgone pirata

  • Un 28enne di Cadeo la vittima del tragico incidente a San Giorgio. E' caccia al furgone bianco

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Centri commerciali chiusi nel fine settimana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento