menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I protagonisti della serata

I protagonisti della serata

Piacenza si rialza anche con l'enogastronomia: show cooking e tutto esaurito sotto i portici del Gotico

Successo per l'evento food organizzato dal Consorzio di Tutela dei Salimi Dop Piacentini in piazza Cavalli

Tutto esaurito, e ampia soddisfazione da parte di tutti, sotto gli incantevoli portici di palazzo Gotico, in piazza Cavalli, per il prestigioso appuntamento enogastronomico "Piacenza è un mare di sapori a Cena con Tramonti di Vino" che la sera di sabato 12 settembre ha riportato in primo piano soprattutto le eccellenze del territorio piacentino, ovvero i tre salumi Dop tipici.
Abbinati con una lunga lista di vini bianchi e rossi, i commensali hanno potuto gustare anche piatti di alta cucina realizzati con i nostri salumi tra gli ingredienti principali, in abbinamento anche a tante altre peculiarità della rinomata cucina tipica dell'Emilia-Romagna. Al servizio fra i tavoli, impeccabile, ci hanno pensato come sempre i bravi studenti dell'istituto alberghiero Raineri Marcora di Piacenza, mentre i maestri sommelier dell'Ais si sono occupati dei vini con la professionalità che li contraddistingue da sempre.
A fare gli onori di casa, in apertura di serata, è stato il sindaco Patrizia Barbieri che ha sottolineato l'importanza di eventi come questo, che è stato organizzato dal Consorzio di Tutela dei Salimi Dop Piacentini. 
Il clou della serata è stato sicuramente lo show cooking dello chef stellato Massimo Spigaroli (stella Michelin dell’Antica Corte Pallavicina a Polesine Parmense e Presidente di Chef to Chef) che ha realizzato e adattato per la serata piacentina alcuni piatti delle ricette di Pellegrino Artusi, dialogando con Carla Brigliadori, Maestra alla Scuola di cucina di Casa Artusi di Forlimpopoli.

«Ci fa piacere che la ripresa della nostra città e della nostra provincia passi anche attraverso i nostri prodotti che fanno parte sia della storia passata, ma speriamo anche di quella futura - ha detto Antonio Grossetti, presidente Consorzio Tutela Salumi Dop Piacentini - abbiamo bisogno tutti di rialzarci».

Marco Profumo, presidente del Consorzio vini Doc colli piacentini, ha fatto il punto della situazione sulla vendemmia 2020. Infine ha preso la parola il direttore del Consorzio tutela Salumi tipici piacentini Roberto Belli: «E' un privilegio essere nel cuore di Piacenza ad assaggiare le nostre eccellenze. Questa struttura, realizzata sotto i portici del Gotico, andrebbe lasciata fissa anche per il futuro. Il prossimo appuntamento sarà Coppa d'Oro, con tema di orgoglio italiano, un sentimento da custodire».

L’inizio sotto il loggiato di Piazza Cavalli è stato con l’antipasto tutto piacentino di Coppa, Pancetta e Salame Piacentini DOP e giardiniera piacentina dell’Azienda Agricola Pizzavacca a cui sono seguiti vari assaggi dei prodotti Dop e Igp regionali messi a disposizione dai consorzi partner dell’edizione 2020. In degustazione Prosciutto di Parma Dop, Prosciutto di Modena Dop, Mortadella Bologna Igp, Parmigiano Reggiano Dop, Piadina Romagnola Igp, Aceto Balsamico Tradizionale di Modena Dop e Aceto Balsamico di Modena Igp.

Nel menu tre i piatti proposti: Crema di zucca “Bertina” con croccante di Pancetta Piacentina DOP e nocciole tostate, a cui è seguito un Tortino di petonciani (melanzane) con Coppa Piacentina DOP su fonduta di Provolone Valpadana DOP (Ricetta Artusiana n. 403). A completare la proposta stellata la Ricetta Artusiana n. 603, Pasticcini di Riso del Delta del Po IGP con mandorle e cedro candito, proposta come dessert.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento