rotate-mobile
Attualità Ferriere

«Troppi comportamenti scorretti alla discarica di Ferriere»

Dibattito in Consiglio comunale sulle condizioni dell’area ecologica del capoluogo. Il sindaco Oppizzi: «Rinviato a causa dell’aumento dei costi il progetto di riqualificazione, ma la volontà di attuarlo rimane»

«Troppe volte capita di vedere imprese e attività non ferrieresi scaricare materiali di vario genere presso la discarica del paese. È un comportamento scorretto, servirebbero sanzioni». Mattia Bergonzi, consigliere comunale di minoranza, ha sollevato il problema durante l’ultimo Consiglio comunale. I problemi dell’area, situata a un chilometro di distanza dal capoluogo, lungo la statale 654, sono stati più volte oggetto di segnalazioni da parte di residenti e villeggianti. L’area ecologica di “Ponte Rio” presenta spesso rifiuti abbandonati al cancello d’ingresso. Al suo intervento, inoltre, prevale il caos. Da un lato risulta complicato conferire i rifiuti negli spazi corretti. Dall’altro molti cittadini non sono rispettosi e abbandonano i materiali in modo approssimativo e superficiale.

«È vero – è intervenuto il vicesindaco Paolo Scaglia - i problemi della discarica li conosciamo bene. Se puliamo al mattino l’area all’ingresso, il giorno dopo ci sono altrettanti rifiuti abbandonati. Non solo: in un paese della Valdaveto ogni settimana i nostri cantonieri trovano abbandonati almeno cinque frigoriferi alla settimana, è chiaro che qualcuno se ne approfitta». «Gli agenti della Polizia Locale della Valnure – ha spiegato il sindaco Carlotta Oppizzi - non riescono a controllare la discarica durante tutte le ore di apertura. I carabinieri forestali promettono più impegno. Sarebbe sufficiente riuscire a posizionare una telecamera per controllare l’accesso».

Il Comune di Ferriere aveva preparato un progetto di riqualificazione dell’area. Che fine ha fatto la sua attuazione? «Purtroppo l’aumento dei costi delle materie prime e non solo – risponde sempre il sindaco Oppizzi - in corso da inizio anno, ci ha costretti a stoppare il progetto. Attualmente non ci sono le risorse economiche necessarie per sistemare la discarica. Stiamo rivedendo qualcosa, la volontà di riqualificare l’area, garantendo più giorni di apertura, rimane».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Troppi comportamenti scorretti alla discarica di Ferriere»

IlPiacenza è in caricamento