menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un bosco in città per ricordare tutte le vittime del Covid-19 del Piacentino

La proposta di Rabuffi passa all’unanimità in Consiglio comunale. Il sindaco: «Un luogo vivo per ricordare una tragedia»

Un bosco in città per ricordare le quasi mille vittime (attualmente l’Ausl di Piacenza conteggia 993) del Covid-19. È la proposta di Luigi Luigi Rabuffi-16Rabuffi (Piacenza in Comune) approvata in maniera unanime da tutto il Consiglio comunale cittadino. «La proposta ci è piaciuta subito – ha detto a riguardo l’assessore al verde Paolo Mancioppi - la mozione ha colto nel segno. Siamo assolutamente d’accordo su questa idea di realizzare un’area verde, un bosco. Cogliamo favorevolmente cioè che ha chiesto Rabuffi. Tutte le forze politiche credo che siano d’accordo per ricordare le vittime in questo modo ai posteri, sperando che quello che è successo non accada più». «Proposta emozionante e commovente – ha aggiunto Michele Giardino (Misto) -. Un bosco credo sia la migliore attestazione di rispetto alla memoria dei concittadini che ci hanno lasciato, piuttosto che un freddo marmo o a una statua. Alla morte si risponde con la vita, gli alberi sono un bel segno per ricordare le vittime». D’accordo anche Sergio Pecorara (Misto). «Ringrazio per la sensibilità – ha dichiarato il sindaco Patrizia Barbieri -. L’idea del bosco, un luogo vivo per ricordare questa tragedia mi sembra davvero un messaggio importante, che ci esorta a riflettere in futuro. Deve diventare uno stimolo per pensare alle cose importanti per il nostro territorio». L’area è ancora da individuare.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Usb: «Non saremo con i Si Cobas davanti alla Cgil»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento