Un contest rivolto ai giovani della Diocesi per ricordarsi di amare e tutelare il pianeta

Ideato dal Progetto Policoro di Piacenza per partecipare alla LaudatoSiWeek: un richiamo annuale, dal 16 al 24 maggio, al problema della crisi ecologica. Ecco come partecipare

Sopra una foto di gruppo dei partecipanti al Progetto Policoro di Piacenza. Sotto le due animatrici Vitali e Rossi

Si chiama #PianeTiAmo ed è un contest rivolto ai giovani della Diocesi per celebrare la LaudatoSiWeek: un richiamo annuale, dal 16 al 24 maggio, al problema della crisi ecologica per ricordarsi di rispondere al grido della nostra terra, troppo spesso maltrattata e saccheggiata. Piacenza ha deciso di partecipare con la realizzazione di un docu-video e a seguirlo saranno le animatrici del Progetto Policoro, promosso dall'Ufficio Nazionale Problemi Sociali e Lavoro della CEI, dal Servizio Nazionale per la Pastorale Giovanile e dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, «per accompagnare i giovani in percorsi di accoglienza, orientamento alla creazione di impresa e per  sensibilizzare ad una nuova cultura di lavoro, in un'ottica di solidarietà, legalità e sostenibilità ambientale» - spiegano le referenti Gaia Vitali e Susanna Rossi. 

Vitali Rossi PolicoroPiacenza-2«Per arrivare a questo appuntamento in programma a maggio – proseguono - abbiamo pensato di realizzare un video integrando una parte tecnica (interviste ad economisti e imprenditori piacentini sensibili ad un'idea di economia civile e sostenibilità ambientale) e una parte più creativa». Riguardo quest'ultima hanno lanciato un contest per i giovani della Diocesi: #PianeTiAmo. «E' un approccio interattivo per confrontarsi su una problematica che diventa sempre più urgente, in quanto il futuro della casa comune passa attraverso salvaguardia del pianeta». I giovani possono contribuire con qualsiasi elaborato: foto, disegni, canzoni, poesia, plastico, video, scenetta etc. Gli elaborati devono essere inviati entro il 10 maggio 2020 all'indirizzo mail diocesi.piacenza@progettopolicoro.it, o via social, Instagram: progettopolicoro.piacenza e Facebook: Progetto Policoro Piacenza-Bobbio). Le creazioni più originali saranno poi inserite nel video ufficiale, che sarà pubblicato sul sito nazionale. Tutte le altre invece troveranno spazio in una sezione dedicata dei social del Progetto Policoro.​​

Concludono le due animatrici del progetto: «Lanciare un segnale di speranza, soprattutto in questo periodo, è fondamentale. Abbracciare un'idea di economia civile e di comunione è possibile: il trittico sostenibilità, profitto e fraternità non è un'ingenua utopia, ma una concreta direzione verso cui muoversi. Crediamo sia una buona opportunità per far conoscere quelle realtà sociali, agricole ed economiche piacentine che quotidianamente si impegnano per il bene comune. Siamo fortunati ad avere tanti esempi invidiabili, perché non valorizzarli?».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

WhatsApp Image 2020-04-16 at 17.49.13-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta dopo lo schianto contro il terrapieno, muore un uomo

  • Precipita dal sesto piano, muore un giovane

  • Incastrato nell'auto ribaltata, grave incidente in via Colombo

  • Sbanda per una vespa nell'abitacolo e si schianta contro un terrapieno di cemento

  • Assalto al bancomat nella notte, il colpo va a segno

  • Intossicato mentre lavora in una cisterna, operaio gravissimo

Torna su
IlPiacenza è in caricamento