"Un giorno con Iris", l'hospice raccontato da chi lo vive

Un momento dell'evento

E’ stata una giornata in famiglia quella passata all’Auditorium Sant’Ilario in occasione dell’Iris Day. Una grande famiglia, quella dell’Hospice La Casa di Iris, formata da medici, infermieri, volontari e parenti degli ospiti che hanno conosciuto la struttura nei momenti più difficili della propria esistenza. E non mancava nessuno, fino dalle prime ore del mattino quando alle 9 il sindaco di Piacenza Patrizia Barbieri ha inaugurato la mostra “Un giorno con Iris”, curata da Veronica Guagni con le fotografie di Monica Auditore: otto pannelli che rivivono la quotidianità nella struttura e che spiegano la nascita dell’Hospice.  Ad introdurre il convegno “Hospice in movimento: le immagini raccontano” il presidente della Fondazione “La Casa di Iris” Sergio Fuochi che – non nascondendo l’emozione – ha accompagnato in un “viaggio virtuale” attraverso un video di pochi minuti gli ospiti del convegno all’interno de “La Casa di Iris”: dai momenti di svago e relax nella struttura ai medici e infermieri che si sono messi in gioco per “posare” per il calendario, dai lavori dei volontari alle decine e decine di donazioni da parte di cittadini, enti e associazioni che, solo nel corso del 2018, hanno consentito alla struttura di raggiungere la cifra di 410mila euro e di poter mantenere la qualità del servizio offerto agli ospiti.

A spiegare il funzionamento dell’Hospice – dalla formazione degli operatori al delicato rapporto con le famiglie e con i ricoverati, fino ai dati dei ricoveri e dei posti letto – è stata il direttore sanitario della struttura, Giovanna Albini. Con le sue slides semplici e al tempo stesso coinvolgenti, la dottoressa Albini ha sottolineato come, ancora oggi, non ci sia sufficiente informazione su quale sia il compito di un Hospice. «In molti – ha voluto rimarcare – credono che si tratti di una casa di riposo o di un centro di cura. C’è ancora tanto da imparare». A portare i saluti istituzionali, il sindaco Patrizia Barbieri, il direttore generale dell’Ausl Luca Baldino, la Responsabile Rete Cure Palliative AUSL di Piacenza e coordinatore SICP Regione Emilia Romagna Raffaella Berté, la presidente Consorzio Iris Michela Bolondi e mons. Chiesa, assistente spirituale dell’Hospice. Particolarmente applauditi gli interventi di Lucia Zannini sulla “Narrazione della malattia e la formazione nelle cure palliative” e di Matteo Asti sul “Fine vita nei media”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A metà mattina, sono state premiate la regista Virginia Banci e la produttrice Giulia Dadano del corto “Qui e Ora”, film interamente girato a “La Casa di Iris” e che ha vinto la sezione giovani dei cortometraggi. «Il corto – ha ricordato Fuochi durante la premiazione delle giovani – è stata lo spunto da cui siamo partiti per l’organizzazione dell’intera giornata». Virginia e Giulia hanno raccontato con emozione i giorni di “girato” nella struttura. Il corto è stato trasmesso per l’intero pomeriggio in Auditorium. Un pomeriggio che ha visto protagonisti, a partire dalle 17 per giungere in serata alle 21 al Teatro Municipale con il Concerto Antica Musica Corpo Pompieri Torino 1882, i musicisti piacentini che hanno donato all’Hospice il cd con la canzone “La casa di Iris”. A presentare il video, davanti ad una platea affollata di volontari, cittadini e parenti degli ospiti, Roberto Barocelli: «La canzone per Iris è un inno alla vita, all’importanza di vivere ogni momento con l’assoluta consapevolezza della bellezza della vita». Esattamente il senso del corto: qui e ora. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Ha una relazione con l'allieva, lei lo perseguita e lui la denuncia per stalking

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento