menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

«Un modello innovativo di dialogo intergenerazionale ed interistituzionale per la prevenzione del disagio giovanile»

L’intesa è volta a far avvicinare gli adolescenti a temi di significativa rilevanza sociale, dall'uso e abuso di sostanze alcoliche e stupefacenti, ai disturbi alimentari, al cyberbullismo, alla violenza) con il coinvolgimento delle componenti famigliari

Nell’ambito delle attività svolte dalla IV Sezione “Servizi alla Persona e alla comunità” della Conferenza Permanente per l’approfondimento della tematica del disagio giovanile, nella mattinata odierna è stato sottoscritto, in Prefettura, l’edizione 2021 del Protocollo d’Intesa alla presenza del Prefetto di Piacenza, del Sindaco nonché Presidente della Provincia di Piacenza, del dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Piacenza, del Direttore delle Attività socio sanitarie dell’A.U.S.L. di Piacenza, dei rappresentanti dell’Associazione AGE4 Piacenza e della Consulta provinciale degli studenti nonché, come partner organizzativo, del Diretto di Teatro Gioco Vita per la creazione di un modello operativo innovativo di dialogo intergenerazionale ed inter-istituzionale per la prevenzione strutturale del disagio giovanile, con la partecipazione del Vice Questore Vicario e del Comandante Provinciale dell’Arma dei Carabinieri.

Sottoscriveranno, altresì, il documento i rappresentanti dell’Associazione Genitori onlus (AGE onlus) e del Movimento dei Genitori (Moige). L’iniziativa vede il coinvolgimento degli studenti e della Consulta Provinciale degli Studenti di Piacenza e va ad aggiungersi alle altre attività già operative sul territorio, volte a prevenire e contrastare le diverse forme di disagio giovanile acuite in questo ultimo anno anche dagli effetti della pandemia.

L’intesa è volta a far avvicinare gli adolescenti a temi di significativa rilevanza sociale (dall'uso e abuso di sostanze alcoliche e stupefacenti, ai disturbi alimentari, al cyberbullismo, alla violenza) con il coinvolgimento delle componenti famigliari, utilizzando quale canale privilegiato di sensibilizzazione la realtà scolastica, valorizzando le tante attività, anche istituzionali, che cercano di intercettare e ascoltare, con modalità diverse, i disagi dei più giovani nell’ottica di rafforzare nelle nuove generazioni i valori fondanti della nostra comunità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Il giardino di via Negri è un ritrovo di spacciatori»

Attualità

Inps: «Nuovo tentativo di truffa tramite e-mail»

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    «Siamo vaccinati, ora vogliamo riprendere le terapie in acqua»

  • Cronaca

    Ponte Lenzino, è il giorno della manifestazione

  • Cronaca

    Covid-19: nel Piacentino 26 nuovi casi e nessun decesso

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento