rotate-mobile
Qualità dell’aria

Un pacchetto chilometrico al posto di blocchi giornalieri per i proprietari di veicoli soggetti a limitazioni

Dal 1° gennaio i cittadini dell’Emilia-Romagna potranno iscriversi a Move-In per usufruire di una soglia chilometrica da percorrere annualmente, monitorabile con una scatola nera. Tutte le info

Un pacchetto chilometrico al posto di blocchi giornalieri per i proprietari di veicoli soggetti a limitazioni. A tutte le domande su Move-In (monitoraggio dei veicoli inquinanti), il servizio dedicato ai proprietari di veicoli soggetti alle limitazioni della circolazione, è possibile da oggi trovare risposta sull’apposito sito. A comunicarlo una nota della Regione. Chi aderirà – a partire dal 1° gennaio – a questo servizio, già attivo in Lombardia e in Piemonte, potrà usufruire di una soglia chilometrica da percorrere annualmente, monitorabile tramite l’installazione di una scatola nera (black box), sull’intero territorio dei comuni interessati dalle limitazioni alla circolazione previste dal Piano Aria Integrato Regionale (Pair).

«Il veicolo – spiega la nota - non sarà più soggetto ai blocchi orari e giornalieri normalmente in vigore, ma verrà monitorato tramite la scatola nera installata a bordo del veicolo che rileva i km percorsi su tutti i tipi di strade, tutti i giorni dell’anno, 24 ore su 24. Raggiunta la soglia di km. assegnati, il veicolo non potrà più circolare nei territori dei comuni che adottano limitazioni alla circolazione per motivi ambientali fino al termine dell’anno di adesione al servizio. Sarà sempre possibile controllare i km. residui e l’eventuale superamento della soglia tramite app, o accedendo al sito web dedicato. Se si adottano stili di guida sostenibili come, per esempio, una velocità compresa fra i 70 e 110 km/h in autostrada o con accelerazioni inferiori a 2 m/s² su strade urbane o extraurbane, è possibile acquisire frazioni di km. in più da percorrere, che saranno aggiunti al saldo complessivo ancora disponibile. Il servizio Move-In non è valido in caso di applicazione di misure emergenziali, né durante le domeniche ecologiche, dove previste. In questi casi, anche i veicoli aderenti al servizio saranno soggetti alle normali limitazioni della circolazione».

«L’obiettivo, condiviso con le altre Regioni del Bacino Padano – spiega l’assessore Irene Priolo - è agire insieme per il miglioramento della qualità dell’aria, offrire condizioni eque di mobilità a tutti i cittadini, in particolare a quelli che, in questo momento, non hanno la possibilità di cambiare l’auto, e promuovere stili di guida sostenibili dal punto di vista ambientale e della sicurezza stradale. In questo modo, a fronte dell’assegnazione di una soglia chilometrica annuale da poter utilizzare anche nelle aree soggette a limitazione del traffico, il sistema induce il cittadino a una maggior consapevolezza nell’utilizzo dei veicoli privati».

Le categorie dei veicoli interessate - Nei comuni “Pair” (ossia quelli con popolazione superiore a 30.000 abitanti, quelli dell’agglomerato di Bologna e i tre volontari che hanno deciso di aderire al Piano, Fiorano Modenese e Maranello nel modenese, Rubiera nel reggiano): veicoli diesel fino a Euro 4; veicoli benzina fino a Euro 2; veicoli metano/GPL-benzina fino a Euro 1; ciclomotori e motocicli fino a Euro 1. Negli altri comuni di pianura: veicoli diesel fino a Euro 3; veicoli benzina fino a Euro 2; veicoli metano/GPL-benzina fino a Euro 1; ciclomotori e motocicli fino a Euro 1. Nella categoria “veicoli” sono sempre inclusi anche i veicoli commerciali leggeri e pesanti.

Come aderire - Per aderire al servizio Move-In, il proprietario del veicolo o la persona delegata, nel caso di veicolo intestato a una persona giuridica, deve registrarsi, utilizzando il Sistema Pubblico di Identità Digitale (Spid) o la Carta Nazionale dei Servizi (Cns) o la Carta di Identità Elettronica (Cie), sulla piattaforma telematica dedicata. Nel caso di persone giuridiche viene richiesta, per l’adesione, la firma digitale o elettronica del legale rappresentante, qualora non effettui personalmente l’adesione. L’utente deve inserire i dati del veicolo di cui è proprietario o che intende registrare per conto di una persona giuridica e i propri dati anagrafici e di contatto (posta certificata o e-mail). La piattaforma informatica verifica in automatico la correttezza dei dati inseriti.

I costi - Per il primo anno di adesione il costo è di 50 euro Iva inclusa (30 euro per l’installazione della scatola nera + 20 euro per la fornitura annuale). Nel caso in cui si disponga già di un dispositivo installato a bordo del veicolo compatibile con il servizio Move-In, il prezzo massimo sarà di 20 euro per la sola fornitura del servizio annuale. Per la fornitura del servizio per tutti gli anni successivi il costo è di 20 euro l’anno Iva inclusa.

La revoca del servizio - È sempre possibile revocare la propria adesione al Move-In accedendo alla piattaforma, in qualsiasi momento dell’anno. Se il veicolo ha percorso meno del 50% dei chilometri assegnati, rientra nel sistema ordinario delle limitazioni Pair alla circolazione (aree e fasce orarie). Se il veicolo ha percorso più del 50% dei chilometri assegnati, viene equiparato ad un veicolo che abbia raggiunto e superato la soglia chilometrica annuale. Pertanto, in caso di controllo, sarà oggetto di sanzione, in qualsiasi momento dell’anno fino alla fine del periodo previsto di adesione.

I controlli - I controlli sono effettuati dalle forze dell’ordine, esclusivamente su strada. Attraverso il controllo della targa sarà verificato soltanto il superamento o meno della soglia assegnata. L’eventuale sanzione è legata al mancato rispetto dell’ordinanza comunale specifica su Move-In.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un pacchetto chilometrico al posto di blocchi giornalieri per i proprietari di veicoli soggetti a limitazioni

IlPiacenza è in caricamento