Attualità Centro Storico / Piazza Cavalli

Un ring al centro di piazza Cavalli e il messaggio per ricominciare: «C'è un pugile in tutti noi»

Appuntamento la sera di venerdì 24 settembre con la seconda edizione di The Game, lo spettacolo di pugilato allestito davanti a palazzo Gotico. Una serata con incontri di alto livello e una finalità benefica in favore della lotta ai tumori

Un ring allestito in mezzo a piazza Cavalli con trecento spettatori attorno, giochi di luci, musica e un maxi schermo sul quale seguire incontri avvincenti tra pugili di altissimo livello. Il tutto con un occhio anche alla solidarietà grazie a una donazione per la ricerca sul cancro. E' questa la formula segreta del successo che promette già di avere la seconda edizione di "The Game", l'evento sportivo piacentino dell'anno, e che nel 2019 aveva fatto il tutto esaurito, tra gli applausi del pubblico entusiasta, al palazzetto dello sport. L'appuntamento da segnare in calendario è per venerdì 24 settembre, quando dalle 19 si accenderanno i riflettori sul ring che sarà allestito proprio davanti a Palazzo Gotico.

«Abbiamo voluto fortemente che questa serata si svolgesse al centro della nostra bellissima piazza Cavalli, simbolo della città, per dare a tutti i piacentini, tramite il ring, un messaggio tanto chiaro quanto pensato per questo periodo: non mollare mai, ma combattere per continuare ad andare avanti dopo tutto quello che abbiamo vissuto». Così lo descrive Roberto Carbonetti, noto imprenditore piacentino dello spettacolo e patron dell'evento organizzato dalla palestra Pro Fighting di Piacenza in collaborazione con la Boxe Piacenza, e di cui anche ilPiacenza.it è partner.

«Grazie alla boxe - sottolinea Carbonetti - desideriamo dare alla città di Piacenza questo messaggio per un ripresa vigorosa dopo tutto quello che abbiamo vissuto a causa del Covid: la boxe è uno sport duro e vero, che ti insegna a non mollare mai e ad andare avanti di fronte a mille difficoltà. Soprattutto la boxe, e questa serata che abbiamo organizzato, deve essere simbolo di coraggio. Ognuno di noi ha dentro di sé un pugile, tutti quanti dobbiamo combattere ogni giorno le fatiche della nostra vita, senza mollare. Grazie a questo evento cerchiamo di invogliare le persone a ripartire, e lo facciamo tramite il ring, simbolo di lotta per eccellenza».

Ma quando si parla di lotta, oltre che abbinata alla resilienza di tutti come in questo caso, certamente si parla anche di quella contro la malattia. «E' per questo - afferma Carbonetti - che contestualmente alla serata abbiamo lanciato una raccolta fondi per l'Associazione piacentina del malato oncologico (Amop) d'accordo con il professor Luigi Cavanna, che è stato entusiasta dell'iniziativa e che sarà ospite della manifestazione, per unirci tutti insieme nel "combattimento" contro la malattia. Tutti uniti per ripartire».

giacomo bottoni diego benedetti pro fighting-2La seconda edizione di "The Game" si preannuncia dunque un grande spettacolo e l'evento sportivo piacentino dell'anno, come già lo era stato alla prima edizione nel 2019. Ma vuole essere un'occasione per avvicinare alla boxe anche e soprattutto quelli che non la conoscono, che magari non l'hanno mai vista dal vivo. Comprese le famiglie. «Desideriamo veramente avvicinare tutti al pugilato facendo capire che è uno sport duro e intenso, che ti insegna a lottare e ad essere leale e coraggioso. Invitiamo davvero tutti a venire la sera del 24 settembre in piazza Cavalli, anche e soprattutto le famiglie, perché sarà una cosa molto diversa dal solito, che romperà gli schemi tradizionali e farà divertire la gente. L'ingresso sarà gratuito ma limitato ai posti a sedere disponibili. Il tutto, ovviamente, sempre nel rispetto delle rigide normative anti-Covid in vigore».

La scaletta della serata prevede alle 19 un "antipasto" dilettantistico di quattro incontri con pugili di prim'ordine, tutti prima serie di Italia. Poi, alle 20,30, inizierà l'evento vero e proprio "The Game" professionistico, con tre incontri: uno esterno del team Malta Boxe. A seguire un incontro di pesi super-medi tra il pugile piacentino Giacomo Bottoni della Pro Fighting e Ignazio Di Bella della Boxe Malta. Infine l'incontro di pesi massimi tra Ovidio Enache della Boxe Piacenza e Daniele Luongo, peso massimo molto forte in lista per il titolo italiano.

Tra i protagonisti del dietro le quinte per questo evento c'è anche Diego Benedetti (in foto insieme a Giacomo Bottoni), giovane e promettente preparatore atletico piacentino dei pugili della palestra Pro Fighting che combatteranno sul ring di piazza Cavalli. «La preparazione atletica sta andando molto bene, siamo riusciti ad allenarci più volte durante la settimana sviluppando e migliorando la forza specifica, amalgamandola con la tecnica. Lo spettacolo in piazza? Sarà certamente emozionante per tutti, sia per gli atleti che per il pubblico».

the game 2021-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un ring al centro di piazza Cavalli e il messaggio per ricominciare: «C'è un pugile in tutti noi»

IlPiacenza è in caricamento