Un sogno realizzato: un pulmino per gli ospiti della Pellegrina

Un pulmino per gli ospiti di casa “Don Venturini”, la casa della Diocesi che accoglie le persone malate di Aids: un sogno che si è realizzato grazie alle donazioni di tanti piacentini e alla Banca di Piacenza

Il pulmino

Un pulmino per gli ospiti di casa “Don Venturini”, la casa della Diocesi che accoglie le persone malate di aids: un sogno che si è realizzato grazie alla generosità di tanti piacentini (con donazioni online) e alla Banca di Piacenza. “Vengo anch’io” s’intitolava la raccolta fondi su Internet (in inglese crowdfunding) organizzata nei mesi scorsi dall’associazione “La Ricerca” (che gestisce la struttura di accoglienza) in collaborazione con i volontari dell’associazione “PaCe” (Persona al Centro) e postata online sulla piattaforma “Rete del Dono” con un appello scritto di proprio pugno dagli stessi ospiti della casa: «Abitiamo alle porte della città di Piacenza, in località “Pellegrina”. Il problema è che non abbiamo alcun mezzo attrezzato adeguatamente per il trasporto delle persone in carrozzella. Quindi per esigenze vitali, come le periodiche visite mediche, dobbiamo per forza sempre richiedere accompagnamenti a pagamento, che sono a nostro carico, un carico che pesa sulla pensione di invalidità, specie nei periodi in cui bisogna recarsi spesso anche in ospedale. Quanto al resto della nostra quotidianità, senza un mezzo adeguato, siamo giocoforza costretti a limitare le uscite apparentemente meno necessarie, ma per noi altrettanto importanti perché ci consentono di fare vita di comunità, come recarsi in città o nel paese più vicino per bere un caffè al bar in compagni». Promossa sui social (Facebook e Instagram) e sul sito ufficiale dell’associazione, ma soprattutto grazie all’appassionata opera di sensibilizzazione dei volontari “PaCe” che hanno allestito anche spettacoli benefici ad hoc, ha raccolto 8.701 euro, fra donazioni individuali e un contributo da parte della sezione Leo Club di Rivalta e Piacenza. «Una dimostrazione di grande affetto e di vicinanza che ci ha incoraggiati a proseguire nell’intento dell’acquisto del mezzo, intento comunque arduo - sottolinea il presidente Gian Luigi Rubini –, perché anche con l’autofinanziamento eravamo ancora lontani dal raggiungimento della cifra necessaria: un mezzo di questo tipo costa circa 35mila euro». Determinante è stato quindi l’aiuto arrivato dalla Banca di Piacenza che ha donato 15mila euro. 

Alla consegna del pulmino nella corte della “Pellegrina” dove ha sede la casa accoglienza “Don Venturini” ha partecipato il vicedirettore generale dell’istituto di credito piacentino, Pietro Boselli accolto con profonda gratitudine da alcuni ospiti della struttura, operatori e volontari con il presidente dell’associazione “La Ricerca” Gianluigi Rubini. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "L'incubo è finito", Dino De Simone è stato ritrovato: sta bene

  • Tre acconciature da fare prima di andare a letto per avere boccoli morbidi e voluminosi al mattino

  • Travolto e ucciso in bici mentre tornava dal lavoro nei campi

  • «Sono fuggito dopo aver investito quell'uomo». Si costituisce il pirata di Vigolzone

  • Travolto da un'auto mentre va al lavoro, grave un uomo

  • Schianto fra tre auto, due donne ferite: una è grave

Torna su
IlPiacenza è in caricamento