rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
La proposta

«Rigenerazione dell'attuale ospedale e cittadella sanitaria nell'area ex Acna»

L'intervento del comitato Salviamospedale: «Trovare in questa sede le risposte ai problemi oggettivi che più volte sono stati segnalati da operatori sanitari e cittadini»

«Una Cittadella sanitaria estesa nell’area ex Acna e di via Anguissola». La proposta arriva tramite una nota stampa de il Comitato Salviamospedale, che «prende atto delle dichiarazioni del sindaco Tarasconi in merito all’intenzione di cambiare il sito di costruzione dell’Ospedale, così come della disponibilità dell’Opera Pia Alberoni di cedere l’area, non agricola, ma edificabile posta al di qua della Tangenziale che è stata indicata dal Sindaco».

«Intenzione, a quanto si apprende dalla stampa, condivisa dalla Regione e dall’Ausl. Il Sindaco, come ha ribadito più volte, ritiene legittimo, possibile, anzi auspicabile, il cambiamento del sito per la costruzione dell’Ospedale (che nuovo non è perché come riportato dall’allora Direttore Generale Baldino si tratta di “un ospedale di sostituzione”)».

«Ciò sta a significare – prosegue l’intervento - che la scelta operata dalla precedente amministrazione sul vecchio ospedale si può modificare; pertanto, la proposta da noi avanzata di “valutare seriamente un'ipotesi di rigenerazione dell'attuale nosocomio, trovando in questa sede le risposte ai problemi oggettivi che più volte sono stati segnalati sia dagli operatori sanitari sia dai cittadini” oltre che ragionevole appare estremamente attuale».

«Inoltre, come noi proponiamo – aggiunge - se si prende in esame un'area più vasta, che comprenda l'area ex Acna, l'area di via Anguissola, aree recuperabili all'interno dell’attuale nosocomio e del vicino Arsenale, si può intravedere in questa parte della città lo sviluppo di una Cittadella sanitaria, senza sprecare altro territorio ed evitando il degrado ineluttabile di questo comparto se l’ospedale dovesse essere traferito».

«Chiediamo quindi che si ponga mano finalmente ad un progetto organico e ben articolato di tutta quest'area, che a nostro avviso può dare risposta alla necessità di parcheggi divisi per personale interno e visitatori esterni, recuperare all’interno del “vecchio” ospedale aree edificabili per strutture moderne ed efficienti atte a risolvere le carenze di spazi spesso lamentate dai medici».

«Al sindaco Tarasconi - sottolinea la nota - riconosciamo volentieri la coerenza fra le promesse fatte in campagna elettorale e le azioni amministrative che intende perseguire, le chiediamo di spingersi oltre il cambio di area e di valutare in un bilancio costi/benefici per la nostra città anche la proposta da noi avanzata. Vogliamo ricordare infine che: un Ospedale non si caratterizza per la vetustà dei fabbricati in cui ha sede (se così fosse il Sant’Orsola di Bologna non sarebbe considerato uno dei migliori Ospedali in Europa e comunque al primo posto in Italia), ma per la sua efficienza».

«Un ospedale – conclude il comunicato stampa - è un’opera in continua trasformazione che necessita di flessibilità per stare al passo con le nuove scoperte in medicina. In conclusione, chiediamo al Sindaco prima di iniziare “trattative private” di prendere seriamente in considerazione anche la nostra proposta di rigenerare l’Ospedale in via Taverna anche in considerazione del fatto che il Comitato presenterà, a termini di regolamento, una richiesta di dibattito pubblico in merito a tale proposta»

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Rigenerazione dell'attuale ospedale e cittadella sanitaria nell'area ex Acna»

IlPiacenza è in caricamento