Venerdì, 17 Settembre 2021
Attualità Ferriere

Una nuova ambulanza per ricordare il figlio volontario, il dono alla Pa Valnure

Inaugurata a Ferriere la nuova ambulanza della Pubblica Assistenza Valnure, acquistata con la donazione dei genitori del giovane volontario Stefano Zanelli, scomparso dodici mesi fa

Il papà Sandro e la mamma Maristella con Giorgio Villa (Pa Valnure) e Paolo Rebecchi (Anpas)

La divisa della Croce Azzurra come una seconda pelle. Per questo la famiglia ha voluto regalare alla comunità di Ferriere e a tutta la Valnure una nuova ambulanza, in ricordo del figlio scomparso. Stefano Zanelli, volontario 24enne perito in un incidente stradale dodici mesi fa, continua a fare del bene. I genitori Sandro – anch’egli volontario della Croce Azzurra-PubblicaStefano-6 Assistenza Valnure – e Maristella hanno voluto donare l’ammontare della polizza assicurativa del figlio per una buona causa. Con quel contributo la Pa Valnure ha comprato un nuovo mezzo di soccorso.

Domenica 8 agosto, sulla piazza delle miniere di Ferriere, dopo la messa, si è tagliato il nastro alla nuova ambulanza, intitolata alla memoria del giovane. L’emozione dei tanti presenti per questo grande gesto è stato il modo per ringraziare la famiglia Zanelli del dono. «Nel 2017 – ha ricordato il presidente della Pa Valnure, Giorgio Villa - abbiamo raccolto il grido d’aiuto della Croce Azzurra di Ferriere che aveva bisogno di volontari. Non vi dico la burocrazia e la fatica per accorpare le due realtà, ma prima dell’avvento del Covid siamo riusciti a creare un gruppo unito. Quella fusione nacque anche grazie all’impegno di Stefano, che iniziai a conoscere. Era un ragazzo eccezionale per l’insegnamento dei suoi genitori. Il papà Sandro è un nostro volontario ed è la prima volta che ci capita una donazione del genere, un gesto incredibile che ha lasciato tutti a bocca aperta».

«Vero – ha confermato Paolo Rebecchi, presidente provinciale Anpas –, fu un momento difficile quando la Croce Azzurra erail taglio del nastro-2 vicina alla chiusura. Incontrai Stefano e il padre Sandro, era una fase delicata. Come in tutte le realtà di montagna capitano situazioni di questo tipo, in cui viene a mancare il volontariato. Mi colpì di lui l’attaccamento vero, la sua positività e la sua forza. Nei momenti di difficoltà si vedono le persone forti e che tengono a quello che fanno. Ricordo la solidità del legame tra padre e figlio, a favore della collettività». Rebecchi ha parlato della donazione della famiglia anche al presidente nazionale Anpas, Fabrizio Pregliasco. «Ha colpito anche lui questo gesto, porto il suo abbraccio alla famiglia e alla comunità. Speriamo che il lavoro qua a Ferriere possa proseguire». A rappresentare il Comune, il vicesindaco Paolo Scaglia, che ha ringraziato i militi per l’impegno durante la fase pandemica e il lockdown. «Sono sempre stati presenti. Per quanto riguarda l’ambulanza in dono, sono amico dei genitori e orgoglioso di loro». Da oggi la nuova ambulanza dedicata alla memoria di Stefano Zanelli circola sulle sue montagne per andare incontro a chi ha bisogno.

il taglio del nastro-3

Pubblica Assistenza Valnure-17

Maristella e Sandro-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una nuova ambulanza per ricordare il figlio volontario, il dono alla Pa Valnure

IlPiacenza è in caricamento