rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Il consuntivo / Rottofreno

Unione Bassa Valtrebbia, dalle multe incassati 509mila euro in un anno

Il bilancio consuntivo 2022 dell’Unione tra Pnrr, sanzioni, bandi regionali ottenuti

L'unione "Bassa Val Trebbia Valluretta" ha approvato all'unanimità il bilancio consuntivo 2022. La presidente dell'Unione, Patrizia Calza, ha illustrato i dati finanziari mettendo in evidenza i più significativi. L'esercizio finanziario 2022 ha chiuso con un avanzo di amministrazione di 1.578.622,10 euro di cui 20.960,37 euro costituiscono la parte disponibile. Quanto alle sanzioni amministrative pecuniarie derivanti da violazione del Codice della Strada, l'importo riscosso nel 2022 è stato pari a 509.216,60 euro con una percentuale di riscossione del 63%, rispetto all"accertato. Gli impegni di parte corrente sono stati pari a 1.731.839,95 euro con un aumento rispetto all'anno precedente relativamente, in particolare, ai redditi da lavoro dipendente a causa dell'assunzione di un nuovo vigile di categoria D che ha integrato l'organico della Polizia Locale a seguito del concorso indetto dall'Unione.

Le spese di investimento sono state pari a 128.563,34 euro. Si è investito sull'innovazione tecnologica acquistando hardware per gli enti aderenti per un importo di 14.000 euro. È altresì stato acquistato e allestito il veicolo Volkswagen Caddy. Il costo pari a 46.299 euro è stato coperto però da un contributo di 29.167 euro ottenuto dall'Unione grazie ad un bando regionale a cui l'Unione stessa ha partecipato col progetto denominato "Polizia Stradale: sicurezza stradale operativa e legalità". Con 21.411 euro è stato acquistato il telelaser Trucam HD, uno strumento all'avanguardia in tema di precisione e affidabilità nonché, con 5.477,80 euro, l'etilometro. Anche questi acquisti hanno usufruito di contributi regionali. 34.635,80 euro sono state invece le spese per il progetto di rete di videosorveglianza che si completerà nel 2023.

In apertura di seduta la presidente Calza ha tenuto ad anticipare l'esposizione dei dati contabili con una premessa generale relativa al rapporto tra l'Unione e il Prt della Regione Emilia Romagna e al rapporto tra Unione e Pnrr. «Nel 2022 - ha dichiarato - l'Unione ha avviato un importante processo di riorganizzazione delle funzioni conferite che ha consentito di rientrare nel perimetro del Prt (piano di riordino territoriale della regione Emilia-Romagna). Un fatto molto importante che ci consentirà di partecipare sia alla distribuzione di risorse regionali specifiche legate al Prt ma anche ad altri bandi regionali che tendono a premiare i comuni che hanno fatto la scelta di unire le forze dando vita a unioni sempre più articolate». Nel 2022 infatti l'Unione Bassa Val Trebbia Valluretta ha infatti conferito la funzione gestione del personale. Si tratta della quarta funzione fondamentale obbligatoriamente necessaria per consentire il rientro nel Prt. A tal fine la Regione Emilia-Romagna ha riconosciuto per l'anno 2022 un contributo straordinario di 100.000 euro. Inoltre partecipando a uno specifico bando regionale per facilitatori l'Unione ha ottenuto un ulteriore contributo di 24.500 euro utilizzati per l'affidamento di incarichi finalizzati a supportare l'Unione stessa nel percorso di transizione da "Unione Costituita" a "Unione Avviata".

Quanto al Pnrr il presidente ha ricordato che gli enti aderenti e l'Unione stessa hanno sottoscritto uno specifico accordo attuativo in forza del quale il servizio informatico dell'Unione supporta gli enti nella fase di candidatura dei progetti dei singoli comuni sugli avvisi pubblicati o ancora da pubblicare dal Ministero per l'innovazione tecnologica e la transizione. Anche nel 2023 il Servizio Informatico dell'Unione continuerà quindi a fornire supporto tecnico amministrativo ai singoli Comuni per la gestione/attuazione dei progetti Pnrr nella fase di redazione degli atti, delle procedure attuative e della rendicontazione. Risorse del Pnrr sono state acquisite specificatamente sui bandi rispettivamente 'Abilitazione al cloud per le Pa locali', "Estensione dell'utilizzo delle piattaforme nazionali di identità digitale -Spid e CIE" e "Servizi e cittadinanza digitale App IO".

Si è infine ricordato che nel corso del 2022 l'Unione ha messo in campo una serie di misure a sostegno dei bilanci degli enti aderenti deliberando un riparto di 50mila euro di quota non vincolata proveniente dalle sanzioni stradali che ha consentito l'abbattimento delle quote di partecipazione dei Comuni in modo differenziato in base al criterio che il Consiglio si è dato ovvero un criterio di ripartizione che tenga conto per il 50% della popolazione e per il 50% dei chilometri di strade di competenze di ciascun ente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unione Bassa Valtrebbia, dalle multe incassati 509mila euro in un anno

IlPiacenza è in caricamento