Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Vaccinare nelle discoteche? Servono luoghi grandi e strutturati, in E-R non mancano centri somministrazione»

Lo ha detto il presidente Bonaccini in merito alla proposta della Silb-Fipedi di «organizzare open day per i vaccini anche nelle discoteche». Si avvicina l'estate: «Turismo uno dei settori che più ha sofferto e più soffre ma arrivano segnali positivi dalle località turistiche»

«Vaccinare nelle discoteche? Si vaccina nei luoghi che verranno individuati per questo scopo. A noi non mancano i centri di somministrazione, ne abbiamo 140 in tutta la regione. Servono luoghi grandi e strutturati: i processi di vaccinazione hanno bisogno di personale e spazi adeguati dove le persone possono arrivare in sicurezza, attendere per pochi minuti dopo la somministrazione e avere a disposizione tutti gli strumenti sanitari». Così il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, in merito alla proposta della Silb-Fipe (associazione italiana imprese ed intrattenimento) di «organizzare open day per i vaccini anche nelle discoteche in vista di eventi estivi, affinché nella campagna di vaccini possano essere raggiunti sempre più giovani». «A giugno inizieremo a permettere di vaccinare alle aziende che hanno aderito al protocollo nazionale e regionale con le parti sociali» - ha aggiunto Bonaccini.

Il governatore dell’Emilia-Romagna ha ricordando che «il 15 per cento del Pil è dato dal turismo, uno dei settori che insieme a sport, cultura e pubblici esercizi ha più sofferto e più soffre». «Ho segnali positivi dalle località turistiche con prenotazioni, siamo molto più sbilanciati dalla parte delle abitazioni private ma si inizia a prenotare negli alberghi. L’anno scorso non avevamo i vaccini, più ne arrivano e più ne somministriamo: se tutto va come sarebbe sottoscritto noi entro la fine dell’estate avremmo vaccinato tutti gli emiliano romagnoli».

Si parla di

Video popolari

«Vaccinare nelle discoteche? Servono luoghi grandi e strutturati, in E-R non mancano centri somministrazione»

IlPiacenza è in caricamento