Mercoledì, 22 Settembre 2021
Attualità

Vaccino anti-Covid, «In Emilia-Romagna almeno una dose all’80% delle persone»

La Regione pronta a rafforzare ulteriormente le azioni per favorire la vaccinazione, a partire dall’ampliamento dell’accesso diretto alla somministrazione per tutti i gruppi e le classi di età

(repertorio)

«L’Emilia-Romagna continua a lavorare al raggiungimento dell’obiettivo dell’80% di copertura vaccinale completa entro la fine del mese di settembre, insieme a quello di vaccinare il maggior numero possibile di studenti nelle settimane di riapertura nelle scuole. A oggi, infatti, 8 emiliano-romagnoli su 10 hanno ricevuto almeno una dose e il ciclo di immunizzazione è stato chiuso da quasi 7 cittadini su 10». A riferirlo una nota stampa della Regione.

«Nel dettaglio, da Piacenza a Rimini la campagna vaccinale registra almeno una dose somministrata a 3.217.316 persone sulla platea di 4.018.622 vaccinabili con 12 anni e più, pari all’80,1%, e il ciclo completato per 2.768.433, il 68,9%. In particolare, nelle ultime settimane protagonisti sono stati i giovani, arrivati a una copertura con prima dose del 59% fra i 12-19enni (ciclo completato per il 33,7%) e del 76,7% fra i 20-29enni (ciclo completo per il 48,8%)».

«E se da una parte proseguono tutti gli interventi già messi in campo, dall’attenzione al completamento del ciclo vaccinale per chi è già stato positivo all’offerta di vaccini mRNA su tutta la popolazione passando per la collaborazione con i medici di medicina generale - sottolinea la nota - la Regione è pronta a rafforzare ulteriormente le azioni volte a favorire la vaccinazione. Prima di tutto con l’ampliamento dell’accesso diretto alla somministrazione per tutti i gruppi e le classi di età: una decisione che, insieme alle iniziative di vaccinazione con camper e altri mezzi nei luoghi di ritrovo, dalle spiagge ai mercati, vuole rimuovere qualunque difficoltà logistica e organizzativa ai cittadini intenzionati a vaccinarsi. Un ulteriore passaggio riguarda tutti i soggetti che hanno sottoscritto il Patto per il lavoro e per il clima: con loro si andrà a concordare una azione puntuale di sensibilizzazione nei luoghi di lavoro. Altro aspetto che la Regione tiene in considerazione è la facilità di accesso al cosiddetto green pass: a ogni azienda sanitaria è stato richiesto di identificare un ufficio univoco che si occupi di gestire e risolvere tutte le problematiche segnalate dai cittadini. La campagna di sensibilizzazione prevede poi un nuovo video, “Cartoline dal futuro”, diffuso sul web e i social: un invito a considerare come tornerà la vita di tutti i giorni, a partire dagli aspetti legati alla socialità, lo sport e la cultura».

La copertura vaccinale - Per quanto riguarda le altre fasce di età oltre ai più giovani, in Emilia-Romagna tra gli over 80 hanno ricevuto la prima dose il 99,2% (97,3% il ciclo completo); tra i 70-79enni la percentuale è del 92,3% per la prima somministrazione (90,4% copertura totale); per i 60-69 il dato si attesta all’87,9% (85,4% l’immunizzazione). La percentuale è del 81,9% per i 50-59enni (che hanno completato il ciclo nel 76,2% dei casi), mentre per i 40-49enni si passa al 72,7% con almeno una dose (e 61,4% con il ciclo completo). Infine, i 30-39enni con il 70,2% di almeno prime dosi e il 50,2% di copertura completa. Da segnalare come tra i vaccinati con almeno una dose rientrino anche coloro che sono stati vaccinati con il vaccino Johnson&Johnson, che garantisce con una sola somministrazione l’immunizzazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccino anti-Covid, «In Emilia-Romagna almeno una dose all’80% delle persone»

IlPiacenza è in caricamento