menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gli assistenti civici con i sindaci (foto di Monica Dallavalle)

Gli assistenti civici con i sindaci (foto di Monica Dallavalle)

Valnure e Valchero, i comuni possono contare su sette assistenti civici

Sono sette i cittadini volontari che hanno scelto di aiutare la Polizia Locale e i comuni dell’Unione in diverse attività

Fernando Guarnieri e Ivano Terreni (Carpaneto),  Giovanni Bracchi (Podenzano), Raffaele Sisera, Domenico Gresia e Alessandro De Laurentis (San Giorgio), Danilo Carini (Gropparello). Sono loro i sette cittadini dell’Unione Valnure e Valchero che si sono resi disponibili a ricoprire il ruolo dell’assistente civico, quella figura di raccordo tra la Polizia Locale dell’Unione, i comuni, i gruppi di controlli di vicinato e la cittadinanza. Il progetto è stato presentato ieri a Podenzano dal comandante Paolo Giovannini e dai sindaci dell’Unione: Alessandro Piva, Gianluca Argellati, Claudio Ghittoni, Andrea Arfani e Donatella Alberoni. 

Chi sono gli assistenti civici, già in "servizio" da qualche settimana sul territorio? Sono cittadini volontari che collaborano con la Polizia Locale dell’Unione dei Comuni dell’Unione Valnure Valchero allo scopo di realizzare una presenza attiva sul territorio, con il fine di promuovere l’educazione alla convivenza e il rispetto della legalità, la mediazione dei conflitti e il dialogo tra le persone, l’integrazione e l’inclusione sociale.

Per diventare assistente civico è sufficiente avere più di 18 anni, avere la residenza nell’ Unione Valnure Valchero, non avere subito condanne penali, se cittadino non comunitario, rispettare le normative in materia di immigrazione, aver frequentato l’apposito corso formativo e aver superato l’esame finale. Devono poter assicurare la propria disponibilità a gestire le iniziative in collaborazione con altre associazioni e a svolgere eventuale attività anche in orario serale (tra le 19 e l’una).

COSA FA UN ASSISTENTE CIVICO

È presente davanti alle scuole e accompagna i bambini in percorsi ciclo/pedonali sicuri tra casa e scuola. È presente all’interno delle aree verdi, nei parchi e nei giardini pubblici. Funge da presidio qualificato per segnalare eventuali situazioni problematiche sulla manutenzione del territorio. È  presente a mercati e manifestazioni pubbliche. Promuove la circolazione pedonale, ciclabile e la sicurezza stradale. Si impegna a rafforzare nella cittadinanza comportamenti civili e solidali e a prevenire fenomeni di degrado. È presente in zone e momenti di affollamento e opera per rafforzare la percezione della sicurezza. Può essere attivato dalla Polizia Locale per situazioni di emergenza.

L’IMPEGNO DELL’UNIONE VALNURE E VALCHERO

Il cammino intrapreso da alcuni anni, seguendo le indicazioni della Regione Emilia-Romagna, ha portato l’Unione Valnure Valchero a sviluppare percorsi legati alla  sicurezza partecipata, attraverso la costituzione di gruppi di comunità ben presenti sul territorio dei cinque Comuni. Gli assistenti civici sono cittadini volontari che, previa partecipazione a corso formativo con superamento di una prova finale, svolgono una presenza attiva sul territorio comunale. La loro è una presenza attiva sul territorio aggiuntiva e non sostitutiva rispetto a quella garantita dalla Polizia Locale con il fine di promuovere l'educazione alla convivenza e il rispetto della legalità, la mediazione dei conflitti e il dialogo tra le persone, l'integrazione e l'inclusione sociale. Uno strumento per rafforzare le azioni di prevenzione, le attività di informazione rivolte ai cittadini, le attività di educazione e sicurezza stradale e di promozione della mobilità sostenibile, il collegamento fra i cittadini, la polizia locale e gli altri servizi locali, il senso civico della cittadinanza e infine un maggior rispetto delle regole che le comunità si danno per assicurare a tutti una civile e serena convivenza. L'attività degli assistenti civici volontari è un servizio di utilità sociale svolta in forma occasionale e gratuita, la collaborazione dei volontari non assume in alcun caso le caratteristiche del lavoro subordinato, né può essere associato ad alcun obbligo di prestazione lavorativa nei confronti dell'amministrazione comunale

Questo nuovo ruolo di cittadini che partecipa attivamente alla vita della propria comunità, ha portato ad acquisire un maggiore senso civico e di appartenenza, da parte di un sempre maggior numero di cittadini che da tempo segnalano ai comuni le situazioni critiche con occhio propositivo, cercando di migliorare le zone del proprio paese ed incrementandone la vita sociale.

(foto di Monica Dallavalle)

Unione Valnure e Valchero-5

assistenti civici-2

Paolo Giovannini-5

assistenti civici-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Il giardino di via Negri è un ritrovo di spacciatori»

Attualità

Usb: «Non saremo con i Si Cobas davanti alla Cgil»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento