menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vigolzone, un bonus da mille euro per chi ha messo al mondo un figlio nel 2020

Con i fondi del Governo l’Amministrazione Argellati rivede alcuni interventi. Soldi anche a 13 cassaintegrati. “Vigolzone insieme”: «Bene le altre decisioni, ma i contributi a pioggia per i neonati non tengono conto delle condizioni delle famiglie»

Variazione di bilancio – illustrata dall’assessore Ernestina Rigamondi – per il Comune di Vigolzone. Tante le correzioni nella “manovrina”. Tra queste, 24mila e 500 euro in più per la redazione del Pug (per un totale di 39mila euro complessivi), 21mila euro  per la rimozione delle neve, 6300 per un ristoro anche per i portatori di handicap. Altri 20mila per un fondo a sostegno dei lavoratori in cassa integrazione (andrà a 13 lavoratori vigolzonesi), 5mila per attività a favore degli anziani, 3900 per incontri sul disagio giovanile. «Volevamo organizzare questi incontri – ha aggiunto l’assessore ai servizi sociali Lucia Serena - con gli psicologi per i giovani dai 14 ai 18 anni nel centro civico in questi giorni, ma è scattata la zona rossa. Vogliamo comprendere quanto ha inciso la pandemia nelle loro vite».

Ma è un’altra la misura della variazione su cui il Consiglio si è fermato a discutere. L’Amministrazione Argellati ha pensato di destinare 27mila euro per i bonus bebè. «Mille euro dei fondi del Governo per il Covid per tutti i nati del 2020», ha spiegato l’assessore Rigamondi. «Tutte iniziative corrette quelle con i fondi Covid – ha preso la parola la capogruppo della minoranza di “Vigolzone Insieme”, Silvia Milza - per giovani, anziani, cassa integrati. Solo il bonus bebè mi lascia perplessa: i mille euro per i bambini nati non tengono conto delle condizioni familiari. Forse c’erano famiglie che necessitavano di più sostegno e altre che non ne avevano bisogno. Non ci piacciono i contributi a pioggia a tutti senza distinzioni».

«Chi non è bisognoso – è la presa di posizione del sindaco Gianluca Argellati - la domanda non la fa. Ci sono 27 famiglie che hanno deciso di fare un figlio in questa pandemia, sono stati coraggiosi, indipendentemente dalle condizioni del nucleo. Comunque ora sono stati stanziati i soldi e 27 famiglie si sono fatte avanti, il bando è ancora da organizzare». «Cerchiamo di incentivare tutte le famiglie – ha puntualizzato l’assessore Rigamondi -, sappiamo bene che è difficile interpretare le condizioni economiche di un nucleo, magari due genitori con stipendi fissi non sarebbero stati aiutati con dei criteri stringenti e un altro nucleo in cui la moglie lavora in nero sì». «Allora speriamo che questo contributo – ha concluso Milza - sia presente anche nei prossimi anni e che non sia frutto dei tanti soldi arrivati per il Covid. Altrimenti date l’idea che non sapete come spenderli tutti questi contributi arrivati da Roma».

SOSTEGNI E PUBBLICITA’ AL COMMERCIO LOCALE

Sempre Milza ha chiesto chiarimenti sui contributi a sostegno delle attività commerciali. Argellati ha fornito un resoconto degli aiuti per illustrare che sono stati elargiti (104mila euro a 42 attività) a tutte le categorie. La consigliera di “Vigolzone Insieme” è andata oltre, presentando un’interpellanza specifica su un contributo da 11mila euro destinato ad attività pubblicitaria a favore del commercio. Si tratta di un video uscito sui social e su Youtube che dà visibilità a commercianti e imprenditori del territorio. «Gli 11mila euro - ha risposto all'interpellenza Argellati - sono per questo e per un altro video promozionale su Grazzano Visconti, che non è ancora uscito, alla luce delle restrizioni per i turisti provenienti da fuori regione. Il video su Vigolzone ha ottenuto ottimi risultati, abbiamo raggiunto oltre 55mila persone sui social con 5mila interazioni».

«Era più sensato fare il video su Grazzano – ha incalzato ancora Milza - meno quello su Vigolzone. Come si può portare la gente da lontano a fare acquisti nel nostro capoluogo? Perché sponsorizzare sui social di venire a comprare a Vigolzone quando ci sono tante restrizioni agli spostamenti?». Il sindaco ha rimarcato che l’importo stanziato è di 11mila euro, ma comprende anche le sponsorizzazioni dei due video sui social.  

NEVE

Giovanni Bernazzani (Vigolzone Insieme) ha invece puntato il dito contro i soldi impiegati per la rimozione della neve durante l’inverno. «Vi avevamo avvisato che la cifra destinata al servizio era troppo bassa». «E' stata – ha risposto il sindaco Argellati -  una nevicata straordinaria quella di quest’anno, anche i comuni di montagna che sono più abituati di noi hanno chiesto somme in più alla Regione. L’intervento è stato più massiccio del previsto perché ci è stato chiesto dalla prefettura di avere tutte le strade pronte per essere percorse dai mezzi di soccorso, vista la pandemia». «C’erano solo 6mila euro, ora mettete altri 21mila, significa che erano pochi quella di partenza, bastavano solo per il sale», ha proseguito ancora il consigliere Bernazzani. «Abbiamo stanziato le stesse cifre degli ultimi anni, che prima di questo inverno andavano bene», la replica finale del sindaco.  

MANCA UN CANTONIERE

Il concorso per un posto da cantoniere presso il Comune valnurese non è andato a buon fine. Verrà ripetuto nei prossimi mesi. Due persone avevano partecipato, ma non hanno superato le prove.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Il giardino di via Negri è un ritrovo di spacciatori»

Attualità

Inps: «Nuovo tentativo di truffa tramite e-mail»

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    «Siamo vaccinati, ora vogliamo riprendere le terapie in acqua»

  • Cronaca

    Ponte Lenzino, è il giorno della manifestazione

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento