Villa in Fermento: a Castelsangiovanni due serate di musica e divertimento

Due giorni di musica, birra, allegria e piatti speciali. Sono gli ingredienti di Villa in Fermento che ha riempito le serate di venerdì 1 giugno e sabato 2 giugno. Un evento andato in scena nei giardini di Villa Braghieri a Castel San Giovanni e organizzato dai volontari della Pro Loco, della parrocchia e dell’oratorio San Filippo Neri, con la collaborazione dell’amministrazione comunale. La prima serata è stata dedicata ai giovani artisti, gli allievi della scuola di Artemusica che ha sede a Piacenza, Rottofreno e Castel San Giovanni. “E’ stata una bella opportunità – ha spiegato Sergio Bertaccini, presidente della Pro Loco accompagnato sul palco da Marianna Coiro – che abbiamo voluto concedere, offrendo un spazio dove esibirsi e dove mettersi alla prova. Abbiamo voluto modificare quello che ormai era un format consolidato e per la prima serata, invece di chiamare artisti d’esperienza, abbiamo voluto coinvolgere i musicisti in erba. Auguriamo il meglio a tutti loro”. Così è stato un alternarsi di giovani promesse che – accompagnati e supportati dai propri insegnanti – hanno espresso il proprio talento di fronte ad un pubblico numeroso che ha saputo apprezzare anche l’aspetto gastronomico della manifestazione, gradendo la birra tedesca, belga, irlandese e americana, accompagnata da piatti legati alla nazionalità, preparati dai volontari della Pro Loco.

L’energia di JC Cinel e del suo rock targato Tennessee ha incendiato invece la seconda serata di sabato 2 giugno. Peccato per la band che avrebbe dovuto aprire il concerto, i Füho, assenti per motivi legati alla salute del cantante. Come contorno le opere in latta dell’artista Gianluca Cammi, le bancarelle di dischi in vinile, la mostra fotografica di Matteo Belli e le moto portate dai centauri del Moto Club Guzzi di Piacenza. Un’edizione, questa, che lascia soddisfatto Sergio Bertaccini: “Villa in Fermento si conferma come un appuntamento inderogabile per Castel San Giovanni, ma in generale per tutta la Val Tidone e per tutta la provincia di Piacenza. Siamo stati poi fortunati con il tempo e devo ringraziare tutti i volontari che hanno offerto un contributo importante per la riuscita della due giorni di musica e divertimento”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento