Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Che emozione tornare al bar per la colazione, riscopriamo il contatto umano»

Scatta la zona gialla e bar e ristoranti possono apparecchiare di nuovo le tavole. Abbiamo incontrato clienti ed imprenditori a Fiorenzuola: «Così si fa qualche chiacchiera in più. I ristori del Governo? Imbarazzanti, sono state più le tasse che ho pagato io, che gli aiuti ricevuti»

 

Lunedì 1 febbraio l’Emilia-Romagna è tornata in zona gialla. Ciò significa che, nel rispetto delle normative anti-Covid ci si potrà di nuovo sedere al tavolo del bar o del ristorante, fino alle 18. Siamo stati in qualche esercizio di Fiorenzuola, trovando la clientela intenta a bere comodamente, e tranquillamente, il caffè accompagnato dalla brioche. Com’è la colazione al bar dopo tanto tempo? «Era ora, si torna a vivere. Così si fa qualche chiacchiera in più e abbiamo il contatto con le persone. Eravamo tristi e demoralizzati, ora con la gente in sala sembra di essere tornati un po’ ad una vita normale» - dicono gli imprenditori (baristi e ristoratori) Samuele Copelli, Martina Polledri, Luca Boselli e Moreno Zeraschi. «I famosi ristori del Governo sono stati imbarazzanti – aggiunge Boselli -: sono state più le tasse che ho pagato io, che gli aiuti ricevuti».

ZONA GIALLA, TUTTO QUELLO CHE C'È DA SAPERE

Potrebbe Interessarti

Torna su
IlPiacenza è in caricamento